HomeAttualitàBando lampo natalizio: la Rubertelli chiede le dimissioni della Foracchia

Bando lampo natalizio: la Rubertelli chiede le dimissioni della Foracchia

La nuova Fondazione E 35 per la progettazione internazionale, costituita l’estate scorsa dal Comune di Reggio Emilia, presidente Paolo Bonaretti, ha pubblicato nel suo sito internet e sul suo profilo Linkedin un avviso di selezione pubblica per due collaboratori laureati: uno incaricato dell’organizzazione di eventi e dell’accoglienza delle delegazioni, l’altro esperto in comunicazione tramite piattaforme web e social network. La Fondazione ha pubblicato però l’avviso il 23 dicembre, antivigilia di Natale, con termine ultimo per la presentazione delle domande lunedì 11 gennaio alle 12,30. In tutto una ventina di giorni comprese vigilia di Natale, Natale, Santo Stefano, San Silvestro, Capodanno, Befana, Primo tricolore e tre sabati e tre domeniche: quattordici giorni di festa e di week end sui venti giorni  utili per presentare i curricula via mail o a mano nella sede della fondazione in via Vicedomini a Reggio Emilia.La notizia ha subito suscitato delle reazioni: la consigliera Cinzia Rubertelli dell’alleanza civica Grande Reggio-Progetto Reggio chiede il ritiro del bando e le dimissioni dell’assessore Foracchia e del presidente di E35 Bonaretti.

La risposta del Comune di Reggio:

L’Avviso pubblico per la selezione di due collaborazioni pubblicato a fine dicembre 2015 dalla Fondazione E35, organismo che agisce per sua natura sulla base di norme privatistiche, riguarda una selezione non concorsuale, su base essenzialmente curriculare, volta alla instaurazione di collaborazioni collegate a progetti puntuali, realizzati dalla Fondazione stessa.

Avendo chiarezza sui progetti e le competenze necessarie per attuarli, il Curriculum rappresenta strumento adeguato e prioritario per consentire una valutazione completa della professionalità posseduta dai candidati individuati all’esito del processo di recruiting.

Le peculiari richieste declinate nell’avviso, collegate ai profili, derivano proprio dal dettaglio progettuale e dalla necessaria ricerca di competenze che, sulle specifiche attività di progetto, completino quelle esistenti presso la Fondazione E35.

Il presidente della Fondazione completerà la selezione avvalendosi di una commissione che effettuerà la valutazione diretta dei candidati idonei approfondendo i parametri curriculari e relazionandoli agli specifici criteri contenuti nei progetti menzionati nell’avviso.

La Fondazione precisa che non si tratta di una ricerca di staff per assunzioni a tempo indeterminato in relazione alle funzioni statutarie proprie della Fondazione medesima, bensì di una ricerca per il reperimento di competenze specifiche (seppure in  profilo junior) su progetti puntuali, la cui remunerazione trova risorse di finanziamento autonomo all’interno dei progetti stessi

Ultimo commento

  • La nuova Fondazione E 35 per la progettazione internazionale a Reggio: HAHHAHHAHHAHHHHAAAAHHAHHAHHAHHAHHAAHHA HAHHAHHAHHAHHHHAAAAHHAHHAHHAHHAHHAAHHAHAHHAHHAHHAHHHHAAAAHHAHHAHHAHHAHHAAHHAHAHHAHHAHHAHHHHAAAAHHAHHAHHAHHAHHAAHHAHAHHAHHAHHAHHHHAAAAHHAHHAHHAHHAHHAAHHAHAHHAHHAHHAHHHHAAAAHHAHHAHHAHHAHHAAHHAHAHHAHHAHHAHHHHAAAAHHAHHAHHAHHAHHAAHHAHAHHAHHAHHAHHHHAAAAHHAHHAHHAHHAHHAAHHAHAHHAHHAHHAHHHHAAAAHHAHHAHHAHHAHHAAHHAHAHHAHHAHHAHHHHAAAAHHAHHAHHAHHAHHAAHHAHAHHAHHAHHAHHHHAAAAHHAHHAHHAHHAHHAAHHA