HomeInterventiReggio, città dei parcheggi interrati

Reggio, città dei parcheggi interrati

parkMentre lo sciagurato cantiere di Piazza della Vittoria si avvia alla conclusione col suo fardello di 5 milioni di euro a carico della collettività, abbiamo appreso del progetto di Unindustria di realizzare un parcheggio interrato alla stazione Mediopadana per risolvere il problema del sovraffollamento. Una controprova della disarmante superficialità con cui si è realizzata quest’opera.

La stazione AV avrà anche risultati positivi e superiori alle attese in termini di passeggeri, ma sulle ricadute sul nostro territorio è lecito ribadire, purtroppo, i dubbi che avevamo già espresso a suo tempo, e che ora appaiono ancor più palesi: aver puntato per lo sviluppo di questa infrastruttura esclusivamente sulla mobilità individuale stradale e non su quella collettiva ferroviaria, già oggi mostra anche plasticamente i propri limiti, col crescente caos e il degrado delle aree adiacenti.
Il progetto del parcheggio sotterraneo dovrebbe peraltro essere visionato dallo stesso architetto Calatrava, presumiamo non gratuitamente.
Ebbene, chi dovrà sobbarcarsi l’onere di quest’ulteriore opera, con relativo carico di consumo di suolo, pietosamente negato nell’intervista?
Realizzare un altro parcheggio continuando a evitare il tema dei collegamenti tra la cosiddetta area vasta e la stazione, del trasporto pubblico come bene comune, è insensato e costoso, non solo economicamente.
La stazione AV può essere un veicolo di promozione del valore anche culturale e storico del nostro territorio, ad esempio per il rilancio del turismo verso il Castello di Canossa: ma occorre una visione strategica che limiti gli impatti infrastrutturali e li governi per la qualità dell’ambiente che la circonda.
Altrimenti sarà la città dei parcheggi, non certo delle persone.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.