Mussolini come il Che? Vergogna!

mussolini_riccione_800_800

Nuotata littoria nel mare riccionese…

Elena Diacci, consigliera comunale di Scandiano per Forza Italia, equipara Benito Mussolini a Che Guevara. Oltre a non conoscere la Costituzione italiana antifascista e la vergogna di equiparare un dittatore a un eroe, dimostra di non conoscere la storia. Mussolini e’ stato un dittatore che non ha mai voluto lasciare il potere, anche a costo di prolungare la guerra e le tremende sofferenze del suo popolo e disposto a stare agli ordini dei nazisti pur di perseguire questo disegno.
Che Guevara ha fatto e vinto una rivoluzione e ha abbandonato dopo pochi anni posizioni di potere dove avrebbe potuto rimanere per decenni, dando la vita per i suoi ideali e per la liberazione di altri popoli ( anche se non vi è riuscito questo era il suo intento).
Manifesto il mio sdegno per questa equiparazione e consiglio la consigliera Diacci di vergognarsi pubblicamente.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

3 Responses to Mussolini come il Che? Vergogna!

  1. Avatar
    Corrado Panciroli 2 Febbraio 2017 at 17:51

    Signor Maino Marchi, lei oggi 02.02.2017
    si è scandalizzato della Equiparazione, fatta dalla Consigliera,
    Com.le di Scandiano Signora Elena Diacci.
    Non ho orientamenti politici , commento il suo post senza vincoli :
    Le Equiparazioni e i Confronti non sono mai grandi cose e mi appassiono poco alla Dietrologia, però vorrei precisare : Mussolini è stato un Dittatore , e Che Guevara, Rivoluzionario, Guerrigliero, ha fatto certamente delle Buone Cose e ha dato perfino la Vita per i propri Ideali .. ma è stato anche un grande amico del .. Dittatore Fidel Castro. Nel 1959, dopo il successo della rivoluzione cubana, Che Guevara assunse un Ruolo nel Nuovo Governo, secondo per importanza, .. solo a Fidel Castro ! .. suo alleato politico, fino al 1964 c.ca . Nel dicembre 1964 , Che Guevara andò a New York in qualità di Capo della Delegazione Cubana e tenne un discorso all’Assemblea Generale dell’ONU. Come Lei Dice, la Comparazione regge poco, ma se Fossi in Lei , Signor Maino Marchi, .. mi scandalizzerei quindi un po’ meno ..di questa comparazione ! .. e invece cercherei di Scandalizzarmi di più .. di COSE che , in ITALIA , sono MOLTO GRAVI ! Costruttiva Giornata

  2. Avatar
    Unga Lingua 3 Febbraio 2017 at 13:05

    Che Guevara era un guerrafondaio. Migliore di tanti altri, forse, ma sempre un guerrafondaio.

    Per stare più lontani nel tempo, non so se si può dire ma anche Garibaldi era uno che a combattere ci godeva, non poco.

  3. Avatar
    G.Gamberini 3 Febbraio 2017 at 14:23

    Per mettere in evidenza la stupida assurdità delle affermazioni della Diacci bastava semplicemente ricordare che l’apologia del fascismo e’ un reato specificamente previsto e che va in spregio della nostra Costituzione repubblicana. Mettersi ,di converso,a fare l’apologia del Che Guevara e della rivoluzione cubana come manifestazioni di eroismo mi sembra francamente piuttosto puerile e certamente antistorico. Se poi dovessimo guardare in modo più ampio alla toponomastica locale con l’occhio razionale e imparziale dello storico di citazioni alquanto discutibili ne troveremmo certamente un bel po’!!