HomeInterventiCaccia ai maleducati del mancato porta a porta

Caccia ai maleducati del mancato porta a porta

Rai1 - Matteo Renzi ospite a 'Porta a Porta'

Raggiungere importanti livelli di raccolta differenziata e liberare le future generazioni dal peso delle discariche e degli inceneritori, è un obiettivo troppo importante perché possa essere compromesso dalla maleducazione di una minoranza o da problemi nell’organizzazione del servizio.

Nei prossimi giorni incontreremo Iren, per fare un quadro preciso di ogni singolo problema riscontrato in queste settimane.

Chi non conferisce mai il residuo nella raccolta porta a porta è individuabile (dalla mancata lettura degli svuotamenti fatti dagli operatori) e andremo ad incontrare queste persone per chiedere un diverso comportamento.

Organizzeremo, come fatto anche in questi giorni, piccoli incontri nel condominii dove si stanno verificando dei problemi ed inizieremo – con l’estate – una seria campagna fatta anche con le sanzioni.

La stragrande maggioranza delle zone servite dal nuovo servizio di raccolta non presenta problemi. Per rispetto alle migliaia di reggiani che stanno facendo con attenzione la raccolta differenziata, chiedo ad Iren un ulteriore sforzo per superare in fretta questa fase di assestamento e risolvere uno ad uno i problemi dovuti alla maleducazione o all’insufficiente presenza di punti di raccolta della differenziata.

Particolare importanza, infine, deve avere la comunicazione dei servizi accessori. In diversi mi scrivono di non essere al corrente della seconda raccolta settimanale per chi ha pannolini o pannoloni da smaltire: è un servizio pensato per venire incontro a chi ha maggiori necessità, ed è gratuito.

Dopo l’estensione del porta a porta nella zona sud (Rosta, Pappagnocca, Buco del Signore) che avverrà a fine giugno, per alcuni mesi ci concentreremo sul consolidamento del servizio laddove è già stato attivato.

Passeremo luglio ed agosto nelle attività che ho elencato allo scopo di risolvere i casi problematici che abbiamo riscontrato. Le nuove estensioni riprenderanno dopo l’estate.

Qualsiasi cittadino che mi ha scritto sa che sono molto attento ad ogni segnalazione che arrivi al Comune su questi temi.

Con oltre 100mila cittadini serviti e centinaia di chilometri di strade, il nostro servizio Ambiente (che è ogni giorno sulle strade) e gli operatori di Iren addetti al controllo, possono non arrivare subito ovunque.

Ultimo commento

  • Buongiorno Mirko, ci sarebbe anche da portare il problema dei cassonetti posizionati da Iren in modi e luoghi comodi alla raccolta ma assurdi e deleteri per i cittadini – vedi, su marciapiedi, ciclabili, etc. E il fatto che alcune di queste posizioni comode ai camion li renda comodi anche ad automobilisti che arrivano da quartieri limitrofi per lasciare rifiuti di ogni genere e dimensione: materassi, pneumatici, sacchi di spazzatura, cassette, vecchi manichini, sedie, la nonna impagliata. Alcune posizioni diventano vere e proprie discariche abusive che in breve tempo cominciano ad attirare randagi e parassiti, una cosa molto disgustosa e altamente dequalificante per le abitazioni limitrofe.