HomeInterventiBuona mimosa a tutti… ma che non sia abusiva

Buona mimosa a tutti… ma che non sia abusiva

brutti

Omaggio visivo alle donne per la loro festa

Oltre al proliferare di ragazzi che a piedi battono le vie del centro con i “secchi” senza autorizzazione e senza emettere una ricevuta che sia una, prese di mira sono soprattutto le strade di accesso alla città dove venditori improvvisati allestiscono banchetti di fortuna ai lati delle strade per vendere mimose, primule e altre piante assortite. È pleonastico dire, fatta la tara di alcuni ambulanti itineranti autorizzati, che comunque devono spostarsi ogni ora o mezz’ora, la stragrande maggioranza di questi soggetti sono totalmente abusivi, e questo crea una duplice serie di problemi. Il primo è dal punto di vista della sicurezza dei cittadini visto che i soggetti in questione spesso operano in condizioni pericolose sia dal punto di vista stradale, intralciando il traffico, sia dal punto di vista fito-sanitario, non garantendo la sicurezza della filiera di provenienza delle piante.

Non parliamo poi di eventuali legami con la malavita, non da escludere in ogni traffico legato all’abusivismo.

Infine, non da ultimo, il danno ingente alla rete di piccoli e piccolissimi commercianti autorizzati che già subiscono la crisi dei consumi e poi si vedono fare concorrenza tutto campo da soggetti totalmente abusivi che possono permettersi di praticare la più sleale delle concorrenze.

Come Associazione di categoria dei fioristi dobbiamo fare un duplice appello. Da una parte alle forze dell’ordine affinché vigilino sul territorio affinché venga rispettata la legalità, dall’altra ai nostri concittadini, perché questo mercato illecito viene alimentato dai loro acquisti, e quando una saracinesca chiude, è troppo tardi per pentirsi del fatto che la città è più buia e meno sicura.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.