HomeInterventiBilancio ambientale: caro Tutino ti scrivo…

Bilancio ambientale: caro Tutino ti scrivo…

Il tema delle risorse ambientale è da sempre elemento importante e fondamentale della gestione delle risorse, così ha inizio la prefazione del corposo bilancio previsionale ambientale di Re approvato in consiglio lunedì 29 a firma Tutino.

Stride trovare nel capitolo 3 Pianificazione territoriale e “sostenibilità” fra il cosiddetto Patrimonio storico “piazza vittoria e parcheggio interrato: prosieguo lavori”

Non si può dire che l’assessore Tutino difetti di fantasia, forse i numeri non sono il suo forte, forse è eccessivamente succube delle strategie di Iren, che prevedono un aumento delle bollette per i reggiani, ma per quanto riguarda il patrimonio storico della Città ha le idee chiarissime. Al secondo posto nel bilancio ambientale appena approvato  tra le opere di valorizzazione del patrimonio storico della nostra città  c’ è il Park Vittoria.

A lui non importa che l’opera inutile, ferma da tempo, trasformata in piscina a cielo aperto, sia uno sfregio al Centro Storico, per lui è un’opera che valorizza il nostro patrimonio storico.

Forse i cittadini, che si sono opposti ad un parcheggio sotterraneo, che in realtà era un ‘operazione per vendere ai residenti box per auto, a pochi passi dal parcheggio Zucchi, sovente vuoto, era in realtà uno scavo archeologico, per portare alla luce reperti di epoca romana, vestigia delle vecchie mura, vasellame di varie epoche e perché no, anche antichi monili.

Per ora è stata trovata l’acqua, bene comunque prezioso, anche se non storico, esattamente come fu trovata alla stazione, durante gli scavi del parcheggio, che quando furono smontate le paratie di legno, ci consegnò la città cinese, che vediamo oggi.

Del resto i cinesi votano alle primarie del Pd e non è il caso di essere fiscali, con le loro attività, si tratti di fabbriche clandestine o di prostituzione.  

Tra le altre opere che cambieranno il volto del Centro Tutino mette la ristrutturazione degli ex cinema Ambra e Boiardo, per il primo l’impresa interessata ha ritirato la sua disponibilità, per il secondo l’impresa impegnata, Coopsette è in gravi difficoltà. Forse se i lavori verranno fatti, non avremo più Tutino assessore, uno dei pochi vantaggi della lentocrazia italiana. Per ora, accontentiamoci di fotografia Europea, coi numeri taroccati che si tiene in prossimità della piscina del Park Vittoria, ma forse noi non ci siamo accorti, che gli scavi hanno portato alla luce, antiche terme romane. Questo si che farebbe di Reggio una Città turistica e proietterebbe Tutino, verso alti destini nazionali, magari come ministro dei Beni culturali. Forse anche a Pompei, quando è aperta, avranno bisogno di un parcheggio sotterraneo.

 

*  Capogruppo Consigliare Grande Reggio – Progetto Reggio

 

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.