HomeEventiCervelli accessibili e comunicazione inclusiva

Cervelli accessibili e comunicazione inclusiva

Il tema è quello della comunicazione inclusiva. Il contesto è quello dell’auditorium del Centro Internazionale Loris Malaguzzi a Reggio Emilia. E su questo palco si alterneranno le maggiori voci nel campo della comunicazione tra cui Maria Grazia Fiore, docente e formatrice, Franco Bomprezzi, giornalista e scrittore, Claudio Arrigoni, giornalista del Corriere della Sera, Claudio Imprudente, Presidente dell’Associazione “Centro Documentazione Handicap” di Bologna, Michele Dotti, formatore, educatore e giornalista.

Questo lo scenario che ospiterà, il 29 giugno a partire dalle 9.30, “La comunicazione inclusiva: servono cervelli accessibili per trasformare il pensiero in azioni concrete” il convegno organizzato da CRIBA Emilia-Romagna con il patrocinio del Comune di Reggio Emilia e che segna la conclusione di un percorso formativo – il progetto “Il cervello accessibile” – che ha visto il coinvolgimento di 37 ragazzi delle classi di grafica della Scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia.

Un percorso di formazione sulla comunicazione inclusiva il cui filo conduttore è stata la disabilità: attraverso l’analisi degli stereotipi e dei pregiudizi che permeano il tema della disabilità, si è cercato di fornire spunti di pensiero per sviluppare un atteggiamento critico verso la comunicazione, molto spesso etero diretta, e una predisposizione di apertura alla diversità come ricchezza.  Ecco spiegato il titolo del progetto “Il cervello accessibile”, strumento che ci aiuta a trasformare il pensiero in azione concreta, ad allargare la prospettiva, rendendoci predisposti ad accogliere l’eterogeneità della realtà circostante.

Nel convegno – per cui sarà previsto anche il servizio di sottotitolazione per le persone non udenti – si parlerà di comunicazione e di come questa assuma un peso fondamentale nel processo di inclusione o di esclusione sociale poiché è proprio attraverso la comunicazione che si descrive e si costruisce la realtà circostante e si decide quindi chi è dentro e chi resta fuori. Nel pomeriggio Nelson Bova, giornalista RAI, animerà una tavola rotonda in cui verrà analizzata l’immagine della disabilità nei media della comunicazione mainstream e generalista.

Al termine del convegno sarà inaugurata la mostra dei 23 manifesti sulla comunicazione inclusiva realizzati dai ragazzi della scuola e verranno assegnati i premi ai primi tre lavori vincitori, una mostra accessibile anche alle persone non vedenti grazie alle descrizioni braille.

Il programma completo della giornata e la relativa scheda di iscrizione è disponibile al seguente indirizzo: http://ilcervelloaccessibile.wordpress.com/il-convegno/

Scadenza iscrizioni: 20 giugno.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.