HomeEntertainmentUn concerto dedicato a Liszt “il visionario”

Un concerto dedicato a Liszt “il visionario”

Marcello Mazzoni

Dopo il successo dell’analoga iniziativa dello scorso anno, l’associazione culturale di ex studenti e insegnanti dell’istituto Bus Pascal di Reggio ‘BUS74’, in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia, promuove mercoledì 9 novembre, alle ore 20.30, un nuovo appuntamento culturale a scopo sociale e benefico, un grande concerto al Teatro Valli il cui ricavato sarà devoluto alla onlus ‘Sos Mamma Boretto’, che aiuta bambini e mamme in difficoltà.

Ancora una volta, il solista sarà il pianista reggiano Marcello Mazzoni che, con una  lezione-concerto dal titolo ‘Liszt “il visionario”, la nascita del Novecento’, guiderà il pubblico in un percorso che parte dal grande musicista ungherese del quale ricorre il bicentenario della nascita per arrivare all’impressionismo francese e al simbolismo e virtuosismo strumentale della grande scuola russa tra ‘800 e ‘900.

Il programma comprende brani di Liszt, Debussy, Scriabin, Rachmaninoff.

La prevendita dei biglietti si terrà al Teatro Valli, tel. 0522 458854.

Informazioni:  bus74reggio@gmail.com , tel. 348 2336910

Marcello Mazzoni (Reggio Emilia, 1972) inizia gli studi all’Istituto “Peri” di Reggio Emilia, studiando composizione con Armando Gentilucci. Nel 1990 ottiene il diploma in pianoforte presso il Conservatorio “Monteverdi” di Bolzano.

Ha al suo attivo una rilevante attività concertistica, in Italia e all’estero ed è presente in importanti stagioni in Indonesia, Francia, Singapore, Germania. Collabora con altri strumentisti dando vita a formazioni cameristiche. In particolare, con Alberto Martini (primo violino e direttore dei Virtuosi Italiani e primo violino e direttore dell’accademia dei Filarmonici di Verona) e con Marco Fornaciari (già primo violino dei Solisti Veneti).

La sua creatività si sviluppa spesso in forme d’arte innovative realizzate in collaborazione con importanti artisti visivi (Filippo Sciascia, Peter Dittmar, Giovanni Menada, PippoMadè) che si concretizzano nel compimento di originali opere multimediali di successo. Nel 2004 ha esordito in veste di solista compositore, presentando una suite pianistica ispirata all’opera “17 Pastelli per pianoforte & voce (Giona figlio di Amittai)”, presso la prestigiosa Philarmonia di Monaco di Baviera, suonando insieme a grandi musicisti quali Argerich, il duo Paratore e Schedrin. Nel febbraio 2010 ha sottoscritto un contratto con la casa discografica Sugar che gestirà la promozione di sue composizioni originali.

Gli ultimi impegni lo hanno visto protagonista anche a Reggio Emilia, con concerti al Teatro Valli, in piazza Prampolini, nei Chiostri di San Pietro.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.