HomeEntertainmentsBallate, identità femminile a passo di danza

sBallate, identità femminile a passo di danza

Si intitola sBallate lo spettacolo – una nuova produzione – proposto quest’anno nell’ambito della Festa internazionale della donna, all’interno dell’articolato programma di Primavera donna 2012, promosso dal Comune di Reggio Emilia con la collaborazione di numerosi enti e associazioni. sBallate, che sarà in scena il 7 e 8 marzo (ore 21) nella Fonderia sede di Aterballetto, e il 10 marzo (alle ore 17 e alle 21) al teatro Cavallerizza, è uno spettacolo di danza interpretato da donne, nel filone avviato nel 2010 con le attrici di Spettinate e proseguito nel 2011 con le cantanti di Incantate.

A interpretare sBallate saranno 13 danzatrici provenienti da cinque compagnie di Reggio Emilia, che si confrontano quest’anno sui temi della differenza di genere e su cui hanno immaginato un evento originale e collettivo da donare alla città attraverso il linguaggio della danza.  Lo spettacolo è stato presentato lunedì nella sede della Fondazione nazionale della Danza-Aterballetto da Natalia Maramotti assessora alla Cura della comunità, Giovanni Ottolini direttore generale della Fondazione nazionale della Danza – Aterballetto e Laura Pazzaglia, coordinatrice artistica dello spettacolo sBallate.

Lo spettacolo creato ogni anno per Primavera donna non è una rassegna di singoli talenti, bensì un’opera originale, nata dalla relazione tra donne, artiste del territorio, in un percorso di ascolto e scambio condiviso con il quale saperi, idee e professionalità si contaminano, facendo di ciascuno spettacolo un gesto di creatività e di cittadinanza consapevole. Nato da donne che hanno lavorato insieme per molti mesi e dall’incontro di sensibilità diverse sui temi dell’identità femminile contemporanea, sBallate andrà in scena mercoledì 7 e giovedì 8 marzo, alle ore 21, nella Fonderia (via della Costituzione 39), sede della Fondazione nazionale della danza, e di nuovo sabato 10 marzo, alle ore 17 e alle ore 21, nel teatro Cavallerizza di viale Allegri  (in collaborazione con la Fondazione I Teatri). Quattro repliche per rispondere alla grande richiesta che ogni anno i cittadini e le cittadine riservano a questa originale iniziativa. Fin dalla prima edizione, infatti, ogni spettacolo prodotto ha coinvolto quasi 1.000 persone, valicando i confini del tradizionale pubblico femminile dell’Otto marzo e stabilendo tra le artiste e la città un rapporto di attesa e curiosità.

Lo spettacolo, consigliato anche alle famiglie con bambine e bambini dai cinque anni in poi, anche quest’anno sarà ad ingresso gratuito, ma è necessario essere in possesso del biglietto d’ingresso disponibile, dal 2 al 10 marzo, presso la biglietteria del teatro Valli fino ad esaurimento dei posti (massimo 4 biglietti a persona).

La biglietteria è aperta dal lunedì al sabato, con i seguenti orati: lunedì 16-19, martedì 10-19, mercoledì e giovedì 16-19, venerdì 10-19, sabato 10-12.30 e 16-19. Telefono 0522 458811.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.