Restate: mercoledì iniziative di tutti i generi

Letture, teatro, sport, musica, conferenze, tutto questo è in programma  mercoledì 22 giugno nell’ambito di Restate.

Si parte alle ore 10 quando nel giardino antistante la biblioteca Rosta nuova (via Wibicki 27, Reggio Emilia) è in programma, per la rassegna Sul far della sera le storie non vanno in vacanza. Nati per leggere d’estate 2011, “Fantasia di storie”.

Il pomeriggio è all’insegna dell’attività sportiva: per Sport lab estate 2011 ai Giardini pubblici, dalle 17 alle 18, si svolge Yoga Sensitive (per ragazzi tra gli 11 e i 14 anni) e dalle 18 alle 19 è in programma Infinity Game (rivolto a tutti).

Alle ore 19.30 il Parco Cervi di Reggio Emilia (ex Parco Tocci – piazzale Fiume) diventa il palcoscenico per gli attori della Compagnia Teatro Mobile che mettono in scena “Doval, ni butar discusioni. Basta non ci sono più questioni”: dieci ragazzi Sinti, che nel corso dell’anno hanno partecipato ad un corso di teatro promosso dal Progetto Nomadi in collaborazione con il Difensore civico della Regione Emilia Romagna, calcano la scena con un unico fine, comunicare emozioni. E’ prevista una replica dello spettacolo alle ore 21.30.

Alle 21 in piazza Secchi (zona stazione) è in programma “L’orto sui balconi”, un incontro dedicato a tutti coloro che sono affetti dal pollice verde. Grazia Cacciola conduce una chiacchierata su come coltivare nel miglior modo frutta e verdura sui balconi: in una serata si svelano tutti i trucchi per ottenere con poca spesa e poca fatica i migliori risultati.

Con il calare del sole sono le sette note del pentagramma a dominare la scena. Alle 21.30 Tosi Dischi 2.0 presenta il nuovo EP “Ricordati che prima o poi io ti mangerò” di Frankie Magellano. Frankie Magellano è autore di una musica non etichettabile, impossibile da confinare all’interno di una misera parola. È un grog dagli ingredienti unici, un mix tra Tom Waits, l’introspezione poetica di De Andrè e una versione ruvida di Paolo Conte. Una musica da avan-teatro da gustare davanti e dietro le quinte.

Sempre alle 21.30, nel cortile dell’Archivio di Stato (via Gennari 6), per la rassegna “Dai mari estremi. L’infinito musicale”, sale sul palco il ‘Flute Ensemble’ dell’Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti ‘A.Peri’ (Mirka Cassinadri, Alexandra Grebovic, Michela Malinverno, Giovanni Mareggini, Cristina Noli,

Marianna Ragazzi, Marika Rondini, Maria Giovanna Russo, Elena Tondelli, Silvia Zanasi, Laura Nudo, Daniela Priarone, Stefania Maratti), diretto da Gianni Biocotino. Il repertorio in cui i musicisti si esibiscono spazia da George Philipp Telemann a Johann Sebastian Bach, passando per Wolfgang Amadeus Mozart, Anatoly Liadov e altri.

Interessanti anche le iniziative collaterali.

Nel giardino dello Spazio Gerra alle 21 si terrà l’incontro dal titolo Le nuove strade dell’informazione e della comunicazione. Ospite della serata sarà Michele Mezza, giornalista Rai, ideatore e fondatore di Rai News 24, il primo canale televisivo italiano interamente dedicato all’informazione.  L’appuntamento previsto allo Spazio Gerra sarà l’occasione per dialogare con una delle principali figure nazionali di riferimento in questo settore. Michele Mezza presenterà inoltre, confrontandosi con Angelo Agostini (direttore di Problemi dell’informazione),  il suo ultimo libro Sono le news, bellezza! Vincitori e vinti nella guerra della velocità digitale.

Per gli amaniti della musica, invece, alle 21 in nella Sala degli Affreschi di Villa Cougnet (via Adua 57), è in programma l’esibizione del ‘Duo Duesse’ composto dalla flautista Martina Stefanoni e dalla chitarrista Sara Rozzi. Le due musiciste, che hanno ricevuto numerosi riconoscimenti e si sono esibite per diverse associazioni musicali, si cimenteranno in un vasto repertorio che spazia cronologicamente e geograficamente dai “classici” ai grandi maestri storici a compositori più moderni, snodandosi tra brani di Villa-Lobos, Pujol, Ibert, Schubert, Demillac, Mozart, Bach (per flauto solo) e Weiss (per chitarra sola). Il concerto offrirà un viaggio attraverso diversi stili ed espressività, permettendo di assaporare le sonorità che caratterizzano i secoli dal medioevo fino ai giorni d’oggi.  Il concerto, a ingresso gratuito, è promosso dalla Circoscrizione Nordest.

Infine, sempre alle 21, ai Musei civici di Reggio Emilia (via Spallanzani 1), la rassegna sulle foreste prosegue con la conversazione ‘Perché non ti preoccupi delle foreste?, e, a seguire, con la proiezione del documentario Satoyama, Japan’s secret forestAlla conversazione, che ruota attorno allo stato attuale delle foreste nel mondo e in particolare nel nostro Appennino, intervengono Giuseppe Vignali, direttore del Parco Nazionale dell’Appennino tosco emiliano ed Enrico Bertoluzza, già comandante provinciale del Corpo forestale dello Stato.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS