HomeEntertainmentPer chi resta: un lungo weekend col botto

Per chi resta: un lungo weekend col botto

Cosa fare questo fine settimana e l’ultimo dell’anno? Ce n’è per tutti i gusti. Se non siete partiti, Reggio vi propone diversi eventi. Ne abbiamo scelti alcuni.

Ad esempio, se sabato fate una vasca in via Emilia, potete fare un salto da Tosi Dischi (via Emilia San Pietro): dalle 17.30 Giancarlo Frigieri presenta il suo nuovo album “Togliamoci il Pensiero”. Oppure sia sabato che domenica potete fare un salto a visitare le numerose MOSTRE aperte: ad esempio, in città, alla Galleria CSart di via San Pietro Martire c’è la collettiva “Riso d’Artista” (oltre settanta autori hanno donato le loro opere per offrire un piatto di riso ai bimbi del Madagascar); proseguono “Eclettica” e “Frammenti” alla Galleria ReZArte di via Emilia Ospizio;  così pure ai chiostri di San Pietro “Il cielo stellato sopra di me…”, installazione artistica di grande suggestione a cura del light designer Carlo Cerri. In provincia: “Chiaro” di Riccardo Varini, la doppia esposizione fotografica a Palazzo Ducale e al Teatro Bismantova di Castelnovo Monti. Poi ancora in città, al Gerra, “Se faccio capisco – An open design exhibition”, in esposizione anche i lavori del vincitore e dei 14 finalisti del progetto X-OFF 2012 di Fotografia Europea provenienti da ogni parte d’Italia. Alla Panizzi c’è “Ad occhi aperti. Leggere l’albo illustrato” a cura di Hamelin; alla Collezione Maramotti “Jules de Balincourt – Parallel universe” (chiuso il 31 dicembre e il primo gennaio). A Palazzo Magnani continua “Women in fluxus & other experimental tales” (chiuso lunedì).

Poi a tema natalizio MOSTRE E PRESEPI: ad esempio alla Galleria Parmeggiani c’è il Presepe multietnico della vergine nera di Salvatore Carulli, promosso dall’Associazione Amici del Presepe Napoletano nel ’700 (chiuso lunedì). Al Museo dei Cappuccini “Ovunque tu sei – La musica e il canto degli uomini e degli angeli”, il Natale dei bambini e i burattini di Otello Sarzi in mostra. Nella Basilica della Ghiara c’è uno splendido presepe realizzato dall’artista Pellegrino De Risi. Poi proseguono i presepi in provincia: ad esempio a Lentigione di Brescello c’è il presepe di settanta metri quadri nella vecchia sede municipale; a Villa Aiola di Montecchio si può percorrere a piedi la “Via dei presepi” dalla chiesa al museo la Barchessa; un centinaio le opere esposte a San Martino in Rio nella rocca estense; sentiero dei presepi pure a Salvarano di Quattro Castella; presepe vivente a Ramiseto, nel Borgo vecchio, sabato alle 20.

Arriviamo all’ULTIMO DELL’ANNO. Che fare? Per i più giovani diversi i locali che offrono un ricco programma. Ad esempio al circolo Tunnel a Reggio si fa festa a suon di rock con i Negrita, storica band toscana; i Vizi del Pellicano di Fosdondo (Correggio) offrono due cenoni e la musica di Nic Due Birilli; al Fuori Orario San Silvestro è in compagnia di un doppio cenone a base di pesce e carne, dj vari e concerto di Love Candy; all’Officina delle Arti c’è Switch_Off, festa organizzata dai giovani della Porcilaia e da C-You.

Per tutta la famiglia: in città “Al rospèt ca da al sospèt“, due atti comici di e con Antonio Guidetti  al Teatro Ariosto; il PalaBigi diventa una grande balera con Felice Tavernelli  e l’Orchestra Ivana Group; al Teatro San Prospero c’è “Se devi dire una bugia…dilla grossa” di Ray Cooney; a Cavriago l’Ultimo è in compagnia de “Al Cavallino Bianco“, operetta in due atti di Ralph Bénatzky; a Sant’Ilario al Forum ci sono “Dòppi Kumel“, commedia dialettale in tre atti di Aldo Pesce, e “Metèt a seder che t’insèin mé”, commedia dialettale in due atti comici di Antonio Guidetti; in piazzale Ragazzi del Po a Guastalla musica e animazione con Radio Circuito 29; in centro a Castelnovo Sotto bruciatura del Vecchione costruito dall’Associazione “Al Castlein” e degustazione di cioccolata calda; a Castellarano capodanno in piazza con degustazione di panettone, spumante e vin brulè, intrattenimento musicale, fuochi d’artificio; fiaccolata e spettacolo pirotecnico a Cerreto Laghi; a Cervarezza “Addio 2012, Benvenuto 2013” in piazza I° Maggio.

Buon Anno nuovo a tutti!

Cristina Fabbri

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.