HomeEmiliaPidielline in Regione per dire no alla violenza di genere

Pidielline in Regione per dire no alla violenza di genere

no violenza donne_regioneSono 11.440 le firme raccolte dalla Conferenza delle donne del PD dell’Emilia Romagna a favore della promozione di una legge di iniziativa popolare contro la violenza di genere.
Le firme sono state consegnate nei giorni scorsi alla presidente dell’Assemblea Legislativa Palma Costi e daranno sostegno al progetto di legge affinché venga accorpato alla normativa in materia di parità di genere su cui sta lavorando la Regione.

L’impegno delle pidielline è coerente con l’attività regionale incentrata sulle politiche al femminile che ha portato l’Emilia Romagna ad essere tra le prime regioni in Italia per livello occupazionale e servizi per la prima infanzia. Accanto alle delibere destinate ad assicurare la parità di genere e una maggiore tutela delle donne in gravidanza nel mondo del lavoro, sorge la necessità di “combattere la violenza di genere, non soltanto fisica, ma anche psicologica, economica e sessuale. È necessario un processo di sensibilizzazione su questo tema, dal momento che il nostro Paese ha bisogno di un vero e proprio cambiamento culturale che non può più essere rimandato” ha dichiarato Lucia Bongarzone, coordinatrice della Conferenza regionale delle donne.

Il risultato raggiunto dalle pidielline è significativo: in pochi mesi sono state raccolte più del doppio delle firme necessarie a presentare un disegno di legge in Regione. La cerimonia di consegna è stata preceduta da un flash mob in piazza Renzo Imbeni (proprio sotto le torri della Regione) durante il quale le delegate della Conferenza, in cerchio e tutte vestite di bianco, si sono passate tra loro a mò di testimone il modulo utilizzato per la raccolta firme.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.