HomeAttualitàUtili raddoppiati per l’Interpump di Montipò

Utili raddoppiati per l’Interpump di Montipò

Per Interpump, il più grande costruttore italiano di pompe ad alta pressione, una storia di soli successi, società fondata dal presidente Fulvio Montipò, imprenditore reggiano originario di Baiso, l’ascesa continua inarrestabile: nel solo 2015 l’utile netto è più che raddoppiato, arrivando a 117 milioni di euro.

“Dopo i risultati record del 2013 e del 2014 – ha commentato il presidente di Interpump Fulvio Montipò – il 2015 si chiude, come anticipato, con un ulteriore risultato record, superiore alle previsioni. Pur nel quadro difficile dei mercati mondiali, la nostra società continua a crescere complessivamente sia per linee interne che tramite acquisizioni”.

Nella giornata di venerdì 12 febbario sono stati comunicati i risultati consolidati del quarto trimestre e i dati preliminari dell’esercizio 2015, approvati dal consiglio di amministrazione.Ricordando che nell’anno 2015 sono stati consolidati per la prima volta il Gruppo Walvoil e Osper per il Settore Olio e Inoxihp e Bertoli per il Settore Acqua.Per quanto riguarda le vendite nette del 2015 sono state pari a 894,9 milioni di euro, superiori del 33,2% rispetto alle vendite del 2014 quando erano state pari a 672,0 milioni di euro, quindi un +8,9% a parità di area di consolidamento. In forte crescita anche il margine operativo lordo (+32,4%), che è passato da 136,11 milioni a 180,26 milioni di euro. Anche se la marginalità si è ridotta dal 20,3% al 20,1%.

Interpump ha chiuso lo scorso anno con un utile netto (esclusa la quota di terzi) di 116,99 milioni di euro, rispetto ai 57,74 milioni del 2014. L’utile per azione è stato di 1,089 euro. Nel solo quarto trimestre i ricavi del gruppo sono saliti del 31,6% a 213,05 milioni di euro, mentre l’utile netto è salito a 15,65 milioni.
A fine 2015 l’indebitamento netto del gruppo era salito a 255 milioni di euro, rispetto ai 152 milioni di inizio anno, dopo esborsi per acquisizioni per 145,2 milioni di euro e acquisti di azioni proprie per 32,7 milioni. Inoltre, il gruppo ha impegni vincolanti per acquisizioni di quote minoritarie per acquisizioni di quote minoritarie di società controllate per 23,2 milioni di euro.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.