Seta: ecco quanto guadagnano gli amministratori

Nuovo board per Seta. E’ Vanni Bulgarelli, esponente storico del Pd di Modena,  il nuovo presidente della società mista che gestisce il trasporto pubblico nei bacini di Modena, Reggio Emilia e Piacenza. La nomina, come da copione è avvenuta nel corso dell’assemblea dei convocata questa mattina per procedere al rinnovo del Consiglio di Amministrazione.

pietro odorici

L’ex presidente di Seta, Pietro Odorici

In apertura di assemblea Pietro Odorici, presidente ed amministratore delegato uscente, ha espresso il proprio ringraziamento ai soci per la fiducia ed il supporto dimostrati nel corso del suo mandato, ed ha poi formulato i migliori auguri di buon lavoro ai componenti del nuovo Consiglio di Amministrazione, che resterà in carica fino all’approvazione del bilancio d’esercizio 2017.
L’assemblea ha quindi proceduto alla nomina dell’organo amministrativo dell’azienda, che come previsto dallo Statuto societario è composto da 5 membri: 3 nominativi sono stati indicati dai soci pubblici, gli altri 2 dal socio privato Herm Srl.
Oltre al presidente Bulgarelli due componenti del Cda di nomina pubblica sono Daniele Caminati  per Reggio Emilia e Massimo Garibaldi per i soci pubblici di Piacenza). Il consiglio di amministrazione di Seta è completato dai due componenti indicati da Herm srl: Giuseppina Gualtieri (presidente ed amministratore delegato di Tper spa) e Fabio Teti (direttore dell’area Amministrazione, Controllo e Sviluppo commerciale di Tper spa). Nel corso della prima riunione del nuovo consiglio di amministrazione verranno stabilite le ulteriori deleghe operative.
L’assemblea dei soci ha inoltre provveduto a nominare i componenti del Collegio Sindacale: alla presidenza è stato nominata Anna Maria Nigro, i componenti in qualità di sindaci effettivi sono Davide Cetti e Paolo Rezoagli. I sindaci supplenti sono Federico Bacchiega e Valentino Di Leva.
Tutti i soci presenti hanno espresso voto favorevole alla nomina dei componenti il consiglio di amministrazione e del Collegio Sindacale, ad eccezione del rappresentante del Comune di Vignola che ha espresso voto contrario. A Vignola, sindaco Smeraldi, il Pd è all’opposizione.
L’assemblea ha quindi deliberato i compensi spettanti ai componenti del consiglio di Amministrazione, confermando gli stessi importi già in essere per il Cda uscente: al presidente del consiglio di amministrazione è riconosciuta un’indennità fissa massima di 51.163,44 euro lordi annui ed una indennità di risultato massima non superiore a € 13.381,21  lordi annui; a ciascun consigliere di amministrazione viene riconosciuto un compenso fisso di 10.189,65 euro lordi annui, oltre al gettone di presenza pari ad € 150,00  per ogni seduta del consiglio di amministrazione.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS