HomeAttualitàDal patto di solidarietà regionale 3 milioni per 44 Comuni emiliani

Dal patto di solidarietà regionale 3 milioni per 44 Comuni emiliani

Grazie al patto di stabilità territoriale, la giunta regionale ha potuto sbloccare altri fondi per 44 Comuni dell’Emilia-Romagna, autorizzando così interventi di investimento sui territori. In pratica, il patto di stabilità nazionale diventa un patto di solidarietà, che consente di sbloccare 2,9 milioni di euro dai bilanci di Comuni piccoli e virtuosi. Enti con soldi in cassa che, secondo i limiti stringenti ora allentati, non si sarebbero potuti spendere. Di fatto una seconda tranche di risorse che si aggiunge ai 27 milioni distribuiti ad aprile (12 milioni dei quali assegnati agli enti colpiti dal terremoto del 2012). Da inizio 2016 salgono così a 29,8 i milioni di euro assegnati per i nuovi interventi, superando i limiti del patto di stabilità nazionale.

Nei dieci Comuni del bolognese interessati da questa seconda tranche di finanziamenti sono stati sbloccati complessivamente 374 mila euro. Dall’inizio dell’anno sono stati assegnati a 20 Comuni del territorio, insieme alla Città metropolitana, fondi per oltre 5,2 milioni.
Ai due Comuni del ferrarese vanno 121 mila euro (dall’inizio dell’anno a 8 Comuni e alla Provincia, spazi per 3,2 milioni).
Nei cinque Comuni del modenese interessati arrivano 515 mila euro (9,97 milioni per 21 Comuni da inizio anno).
Nei sette Comuni in provincia di Forlì-Cesena 453 vanno mila euro (3,4 milioni per 15 Comuni del territorio da gennaio a oggi).
Nei cinque Comuni del parmense – Borgotaro, Fontanellato, Fontevivo, Sala Baganza e San Secondo – sono stati sbloccati  148 mila euro (2,2 per tutti i 9 Comuni interessati da inizio anno).
Nei dieci Comuni in provincia di Reggio Emilia arrivano 731 mila euro (ai 21 Comuni del territorio spazi per 2,4 milioni fino ad ora).
Nel ravennate, a Castel Bolognese sono stati liberati oltre 84 mila euro. Questa seconda tranche si aggiunge alla cifra analoga assegnata ad un altro ente ad aprile, portando così a 168 mila euro gli spazi distribuiti al territorio.
Ai quattro Comuni del riminese sono stati sbloccati complessivamente 65 mila euro (a 8 Comuni del territorio spazi per oltre 1,7 milioni).
Infine, nei sei Comuni del piacentino interessati sono stati assegnati 431 mila euro (1,3 milioni da inizio anno per 15 Comuni).

In questo modo – sottolinea l’assessore regionale al Bilancio Emma Petittiriusciamo a contribuire a nuove opportunità di pianificazione strategica e di governo del territorio, con un’attenzione particolare a quelli più piccoli. A settembre la Regione si farà promotrice di una terza fase di coordinamento della finanza locale, attraverso l’applicazione di un’ultima tranche di autorizzazione al superamento dei vincoli di bilancio”.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.