HomeAttualitàBper: un master class sull’Ict Governance con l’Università di Parma

Bper: un master class sull’Ict Governance con l’Università di Parma

foto gruppo corso Parma

Da destra: Gianfranco Rossi, Armando Sternieri, Enea Zaffanella, Omar Campana, Alessandro Bulgarelli, Christian Ciceri, Diego Alterisi, Federico Bergenti, Marco Bertazzoni

 

Buone nuove sul fronte accademico dei più moderni saperi e dell’innovazione tecnologica made in Emilia. Il Dipartimento di Matematica e Informatica dell’università di Parma sta per dare il via a un corso di perfezionamento in materia di “ICT Governance”, una sorta di master class (ma anche training in vista di una qualificata attività professionale) sulle più avanzate ricerche, scoperte e applicazioni nel campo costantemente in progress della digital transformation (settore Information and Communications Technology, il cui acronimo è appunto ICT), con particolare riferimento alla sua applicazione all’interno degli istituti finanziari.

Nei giorni scorsi, all’ultimo piano della palazzina del Dipartimento, al Parco delle Scienze, si sono discussi gli ultimi dettagli del progetto, che è stato possibile attuare grazie alla fattiva collaborazione tra l’Ateneo e BPER Services. Presenti al tavolo tecnico-operativo gli ispiratori e curatori dell’iniziativa di studio, vale a dire docenti universitari e dirigenti di BPER Services, società di servizi del colosso bancario con base a Modena.

Il progetto, rivolto a laureati provenienti da vari indirizzi scientifici, ha l’obiettivo di fornire ai partecipanti le competenze e le conoscenze specifiche per lo sviluppo e la gestione dei moderni sistemi informativi degli istituti di credito. Il corso, che inizialmente prevedeva un numero massimo di 25 posti disponibili, di cui 10 riservati al personale di BPER Services, ha visto arrivare in poco tempo richieste di ammissione da ben 40 candidati (la scelta dei partecipanti – si legge in una nota – avverrà mediante attenta valutazione dei curriculum). Le lezioni, di carattere teorico e pratico con analisi di case-study, saranno tenute sia da professori dell’Università di Parma sia da manager di alto profilo operanti nel settore. Il programma, della durata complessiva di 45 ore, si svolgerà da novembre a febbraio (di venerdì: 15 lezioni di tre ore -dalle 14.30 alle 17.30).

Questa intesa va a rinsaldare ulteriormente il rapporto tra il mondo universitario e il mondo imprenditoriale – spiega Marco Bertazzoni, Vice Direttore generale di BPER Services e coordinatore interno del Corso di Perfezionamento – ad ulteriore testimonianza dell’attenzione che il Gruppo BPER riserva al territorio in cui opera. Si tratta, infatti, di collaborazioni importanti e strategiche rivolte a un ambito specifico, quello informatico, che rappresenta il futuro per la gestione dei servizi, del problem solving e della customer care”.

Secondo Armando Sternieri, ad di Energee3 (società specializzata in servizi ICT) e docente di Gestione di Impresa e Sistemi Informativi, il corso prende il via “in un momento in cui gli istituti di credito affrontano grandi criticità nella gestione delle tecnologie digitali e delle informazioni. Al naturale processo di evoluzione dei sistemi per poter prendere il massimo vantaggio competitivo in termini di trasformazione dei prodotti, dei servizi e di ottimizzazione dei processi interni, si affianca il cambiamento dovuto alla modifica del quadro normativo a cui ci si deve adeguare. Questo impone alle banche di possedere competenze di altissimo livello nella gestione complessiva della organizzazione ma anche particolarmente nell’ICT governance. Competenze che permettano di gestire le ICT per farne un uso strategico e contemporaneamente adeguare tecnologie e processi per restare nel quadro definito dalla normativa”.

Ultimo commento

  • Avatar

    Figata