HomeEconomia e finanzaLe manager reggiane fanno quadrato

Le manager reggiane fanno quadrato

Nadia Caraffi e Paola Ligabue

Reggio Emilia diventa più rosa. Si costituisce infatti anche nella nostra città una delegazione dell’associazione internazionale EWMD, la cui dichiarazione d’intenti sta tutta nel nome, “European women’s management development” (associazione europea per la formazione manageriale femminile): l’EWMD punta a promuovere, sviluppare e sostenere la preparazione professionale delle donne, dando loro supporto nell’assunzione di posizioni di responsabilità in ambito lavorativo e sociale. Fondata nel 1984 da un gruppo di imprenditrici e accademiche per valorizzare le competenze femminili, oggi come allora continua ad essere in prima linea perché nei ruoli di responsabilità si raggiunga un maggiore equilibrio tra i due sessi.

L’attività si concretizzerà anche a Reggio in numerosi incontri di formazione e orientamento organizzati dalle donne per le donne, durante le quali avrà ruolo centrale la condivisione delle esperienze maturate da chi già ricopre ruoli di leadership in azienda. Non a caso la disponibilità allo scambio dei personali vissuti tra socie è la filosofia di chi aderisce all’associazione. Un meccanismo semplice e già collaudato: infatti l’EWMD opera in 26 Paesi, dagli Stati Uniti al Sud Africa, dall’Australia all’Europa. Per adesso in Italia le delegazioni sono tre. A queste dal 18 gennaio si affiancherà ufficialmente quella reggiana.

A due mesi circa dalla cerimonia che ne sancirà la costituzione, e che porterà in città la presidente nazionale Ambra Poli, le promotrici reggiane della nascente associazione – Nadia Caraffi, Iolanda De Simone e Paola Ligabue – organizzano un workshop dedicato alla comunicazione e rivolto in particolar modo alle donne: l’appuntamento è alle 15,30 di venerdì 30 novembre allo spazio Torricelli in via Vittorio Emanuele II 94/a, ad Albinea. Il pomeriggio di confronto, che registra già il tutto esaurito, intende fornire alle partecipanti strumenti utili per migliorare le proprie capacità di parlare in pubblico.

Iolanda De Simone

Le socie fondatrici di EWMD puntano ad aprire un dialogo proficuo in particolare con imprenditrici, libere professioniste, consulenti che abbiano in comune il desiderio di far aumentare nelle aziende e nella società le risorse femminili per sostenere le donne che vogliono crescere. È sufficiente avere voglia di assumersi responsabilità nel mondo del lavoro e nella società: tale desiderio potrà poi concretizzarsi in diversi modi, dalla consulenza alle imprese per l’adozione di nuovi modelli organizzativi che valorizzino il genere ad attività di collaborazione con le associazioni presenti sul territorio per promuovere la rete.

Per informazioni: Nadia Caraffi 335 7878275; Iolanda De Simone 340 1118296; Paola Ligabue 348 2218493

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.