HomeCulturaScienziati per il disarmo a convegno

Scienziati per il disarmo a convegno

Convegno dal 21 al 23 settembre a Villa Celestina di Castiglioncello (Li): l’Unione degli scienziati per il disarmo ONLUS (USPID), un’associazione di scienziati e ricercatori costituita nel 1982 con l’obiettivo di fornire informazione e analisi sul controllo degli armamenti e il disarmo, incluse quelle relative all’impatto ambientale ed ai costi umani dello sviluppo e della diffusione degli armamenti, dal 1985 organizza ogni due anni un Convegno internazionale a Castiglioncello (LI) sui temi della pace e del disarmo.

Anche quest’anno il convegno vedrà protagoniste personalità di altissimo livello scientifico, politico e diplomatico: Hussain al-Shahristani, già Vice Primo ministro in Iraq, imprigionato per undici anni perché si rifiutò di collaborare con il regime di Saddam Hussein per la costruzione di armi di distruzione di massa, l’On. Massimo Artini, Vice presidente della commissione difesa della camera dei deputati, l’Amb. Sergey Batsanov, già Direttore della organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW, Premio nobel per la pace 2013), Lord Browne of Ladyton, già Segretario di stato alla difesa UK,  Francesco Calogero, già Segretario generale delle Pugwash Conferences on Science and World Affairs (Premio Nobel per la Pace 1995, congiuntamente al fondatore del movimento, Sir Joseph Rotblat), Paolo Cotta Ramusino Segretario generale delle Pugwash Conferences on Science and World Affairs,  Nicola Cufaro Petroni, e Marco De Andreis  membri del Consiglio scientifico dell’USPID, il Sen. Benedetto Della Vedova, Sottosegretario affari esteri e  cooperazione internazionale, l’Amb. Sergio Duarte, Presidente delle Pugwash Conferences on Science and World Affairs, già Ambasciatore per il disarmo alle nazioni unite, Massimo Inguscio, presidente del Consiglio nazionale delle ricerche, Hans Kristensen, della Federation of American Scientists, Alessandro Pascolini, membro del Consiglio Scientifico dell’USPID, Alessio Pecorario, del Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, Enza Pellecchia, Direttrice delCentro interdisciplinare scienze per la pace dell’Univ. di Pisa, Wolfango Plastino, Segretario Scientifico delle Conferenze Amaldi e delleAmaldi Lectures, Henrik Rudolph, Professore di fisica, Ministero dellaDifesa olandese, Daniele Santi, Segretario generale di Senzatomica, l’Amb.Carlo Trezza, già presidente del Comitato consultivo per le questioni didisarmo del segretario generale dell’ONU e Francesco Vignarca, segretario nazionale della Rete disarmo.

Il Convegno prevede anche un evento, in italiano, aperto al pubblico: la sera di giovedì 21 settembre alle ore 21:30 alla Villa Celestina si svolgerà una tavola rotonda, presieduta da Mirco Elena del Consiglio scientifico dell’USPID, sul problema delle Armi nucleari USA in Italia, con la partecipazione dell’On. Massimo Artini, di Paolo Cotta Ramusino e di Enza Pellecchia.

USPID (Italian Union Scientists for Disarmament)
Il Convegno è stato realizzato grazie alla collaborazione con il Comune Rosignano Marittimo, con il Centro interdisciplinare scienze per la pace dell’Univ. di Pisa e il Centro interdipartimentale ricerche
sulla pace ‘G. Nardulli’ dell’Univ. ‘A. Moro’ di Bari e grazie al supporto del Consiglio nazionale delle ricerche e delle associazioni Frontier Detectors for Frontier Physics e Ricerca fondamentale in fisica.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.