Reggio alla bersagliera

92 minuti di applausi

I fan del ragionier Fantozzi si preparano a una pedalata pazzesca. Domenica 12 maggio a Reggio Emilia arriva la seconda tragica edizione della Famigerata Cobram, corsa goliardica non competitiva ispirata alla Coppa Cobram di fantozziana memoria. Una gara ciclistica amatoriale «a velocità molto moderata e nel rispetto del codice della strada», come spiegano i componenti dell’associazione culturale Stravagatti, che ha voluto rendere omaggio anche quest’anno a una delle scene più esilaranti della narrativa popolare firmata da Paolo Villaggio.

Chi ha visto il film del 1980 “Fantozzi contro tutti” ricorderà senz’altro la rocambolesca gara aziendale organizzata dal Visconte Cobram, perfido direttore della Megaditta e fanatico del ciclismo. La celebre corsa è ormai entrata a far parte dell’immaginario collettivo e alcuni appassionati hanno già provveduto a rievocarla in giro per l’Italia. Non poteva mancare Reggio Emilia con la Famigerata, un percorso di 25 km adatto a tutti che, oltre a celebrare il genio di Paolo Villaggio, ha come finalità la promozione del territorio e delle sue eccellenze enogastronomiche.

Il ritrovo è per domenica 12 alle 9 al parco Cervi. Dopo una lauta colazione e l’investitura del Visconte, intorno alle 10 il gruppo partirà “alla bersagliera” alla volta di Villa Levi a Coviolo, dove sarà consegnata la “Bomba”, per raggiungere poi Codemondo e affrontare nella nebbia, dopo il guado di Quaresimo, la temibile “Cima del diavolo” di San Bartolomeo. Dopo il pranzo rigorosamente emiliano con tortelli, gnocco e salume alla “Trattoria Al curvone” – ovvero il Circolo Biasola a San Rigo, dove si svolgerà anche la sfilata dei look più stravaganti – i ciclisti rientreranno in città passando dalla Reggia di Rivalta e sfileranno per le vie del centro. L’ultimo tratto della Famigerata Cobram toccherà piazza San Prospero, piazza Prampolini, piazza Martiri e i teatri Valli e Ariosto, per poi percorrere viale Garibaldi e giungere trionfalmente al Parco Cervi. L’arrivo, con discorso finale e premiazione del ciclista più bizzarro, è previsto intorno alle 17.

Un tragico scatto della scorsa edizione

Per prendere parte alla Famigerata Cobram è caldamente consigliato un look ispirato ai personaggi dei film di Villaggio: largo quindi a maglie della salute, pantaloni alla zuava, berretti ed elmetti, ma anche ad abiti appariscenti à la signorina Silvani e vestiti monacali come quelli di Mariangela Fantozzi. Gli outfit più apprezzati riceveranno un omaggio della Megaditta.

La partecipazione alla Famigerata costa 30 euro (20 euro per i ragazzi sotto i 14 anni), comprensivi di pranzo e iscrizione all’associazione. Info e iscrizioni: lafamigerata2018@gmail.com – 347 4184461, oppure presso Al dò rodi (viale Ariosto 8 – Reggio Emilia) e Edicol’AB (via Franzoni, 6/a).

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

One Response to Reggio alla bersagliera

  1. Avatar
    Gino Latino 10 Maggio 2019 at 14:20

    “Coppa Cobram” è un marchio registrato da un tizio di Brescia che minaccia di far causa a tutti quelli che lo utilizzano impropriamente. Gli organizzatori facciano attenzione.