HomeAttualitàSaga V: bufera su Giovanni Lindo Ferretti dopo Atreju

Saga V: bufera su Giovanni Lindo Ferretti dopo Atreju

ferretti-1600-5

Bufera specie dalla “sua” Reggio Emilia sul cantautore-guru Giovanni Lindo Ferretti, passato da tempo dalle sonorità filosovietiche alle armonie del cattolicesimo più dogmatico, convertito sulla via del Cerreto, e alle conseguenti battaglie politiche.

“Mi sento in debito con tanta gente che c’è qui e che è stata costretta a vedere i miei concerti alla festa dell’Unità”. Così ha detto Giovanni Lindo Ferretti ad Atreju, la festa organizzata dal partito di Giorgia Meloni.

giorgia_meloni_giovanni_lindo_ferretti_facebook

Ferretti con Giorgia Meloni

“Non mi faccio influenzare da queste menate, non mi interessano”, risponde a chi gli ricorda che tanti fan non gli hanno perdonato il suo passaggio sull’altra sponda politica. “Il pubblico può essere intelligente e apprezzare una persona anche se le idee non combaciano”. Ferretti ora si dice d’accordo con le idee della Meloni sull’immigrazione: “C’è un diritto dell’umanità a vivere in pace nella sua terra, ma lo straniero è straniero, uno Stato che non protegge i confini e non pensa ai suoi compatrioti non è uno Stato, mi fanno molta impressione le persone che mettono i propri cari all’ospizio per dedicarsi ai poveri del terzo mondo”.

Non si sono fatte attendere le reazioni da Reggio sulla vicenda di Ferretti; il consigliere comunale Dario De Lucia, amico di Mimmo Spadoni nume tutelare del Ferretti ha così postato su facebook: “Giovanni Lindo Ferretti quest’anno ad Atreju, la convention dei giovani fascisti, tra il commento sui migranti e il lecchinaggio a Giorgia Meloni e Matteo Salvini ha vinto nuovi livelli del fare schifo”.

Ricordiamo che Ferretti ha recentemente tenuto nel chiostro grande dell’ex convento di S.Pietro la quarta puntata della sua Saga, lo spettacolo equestre-barbarico che da alcuni anni, tra molte polemiche, anima le estati locali. Mentre è recentemente fallito il suo tentativo di finanziare con un’iniziativa pubblica il suo progetto di fare delle sue stalle del Cerreto una sorta di museo del rapporto uomo-cavallo. Ora l’eventuale quinto capitolo della Saga è fortemente a rischio.

 

Ultimi commenti

  • Dopo le dichiarazioni di Ferretti CSI (un vero punk deve sempre essere contro e lui a fine carriera sta dimostrando di esserlo) c’è gente che sta cancellando le foto che aveva fatto ai suoi spettacoli con i cavalli ai chiostri e giura che se c’era dormiva. Fanno pena davvero.

  • Beh ma le teste quadre PCI-PDS-DS sono quasi tutte così: se gli dicono che bisogna accogliere chiunque (meno che a casa propria) si adeguano.