HomeAttualitàAgazzani: il giallo dei due testamenti. Scritti nell’arco di un anno

Agazzani: il giallo dei due testamenti. Scritti nell’arco di un anno

Sarebbero due i testamenti scritti dal critico d’arte Alberto Agazzani, morto suicida alcuni mesi fa, e in mano alla procura reggiana che ha aperto un’inchiesta indagando l’ex leghista Marco Lusetti, accusato di aver falsificato la firma del presunto ultimo testamento di Agazzani a suo favore. Datato gennaio 2015, quindi prima del terribile incidente stradale occorso al critico e da cui piscologicamente non è più riuscito ad uscire, il testamento “definitivo” indicherebbe in Lusetto l’erede universale delle opere d’arte da lui possedute.

Ma la Procura avrebbe in mano un altro testamento, del 2014 e che indicava in Carlo Malavolti l’erede definitivo. Dopo il ritrovamento del secondo testamento, vergato prima di quello favorevole ad Agazzani, una decina tra gli amici più cari del critico d’arte scomparso si sarebbero incontrati per prendere visione di entrambi i documenti.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.