HomeAttualitàPiù dotta che rossa, Alma Mater tra le top università

Più dotta che rossa, Alma Mater tra le top università

cravattinoL’Alma Mater dietro la Sapienza e Padova, ma comunque tra le migliori università al mondo. Lo dice la classifica annuale stilata dalla Jiao Tong University di Shanghai sui migliori 500 atenei a livello mondiale. L’università della Sapienza di Roma è prima in Italia, dice l’Academic Ranking of World Universities 2017 (Arwu), collocandosi nel range 151-200 (posizione che mantiene dal 2014). Nella medesima fascia solo l’università di Padova. Seguono nel range 201-300 le università di Bologna, Milano, Pisa, Torino e il Politecnico di Milano. Complessivamente sono 16 gli atenei italiani collocati nelle prime 500 posizioni su 1.300 università censite e su circa 17.000 stimate nel mondo.

A partire da quest’anno sarà pubblicato anche l’elenco di università comprese nel range 501-800. Gli indicatori presi in esame dall’Arwu sono rigorosi e comprendono premi Nobel e riconoscimenti accademici ricevuti, qualità della ricerca (paper pubblicati e ricercatori più citati) e le performance rispetto al numero degli iscritti. In particolare sono sei i parametri su cui si basa la classifica: premi internazionali di ex studenti (10%) o di ricercatori della singola Università (20%), le citazioni di pubblicazioni scientifiche in Thomson-Reuters (20%), le pubblicazioni «Nature & Science» (20%), le pubblicazioni tecnologico-sociali (20%). Questi parametri sono poi correlati con lo staff accademico, dando un ulteriore parametro di produttività pro capite (10%).

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.