HomeAttualitàTira una bella aria

Tira una bella aria

Il tavolo dei conferenzieri

Reggio Emilia Riparte dopo il lockdown e Restate, la storica e attesissima rassegna estiva della città, risponde ‘Presente’ all’appello. Restate non rinuncia, Restate vuole esserci. Con responsabilità. Nel rispetto delle regole di tutela della salute e di prevenzione della pandemia. A Restate è difficile rinunciare, quando si ama la propria città, quando si vuole fare qualcosa per la comunità, per coloro che hanno scelto o sono costretti a restare nel luogo di vita quotidiana durante l’estate.

Il ‘fare’ si declina in arte, musica, danza, poesia, cinema, teatro, mostre, narrazioni… acqua dissetante per l’immaginario. Acqua che diventa aria, fresca e ossigenante per la mente e il cuore.

Non a caso il titolo di Restate 2020 si arricchisce dello slogan ‘Aria di Eventi in Città’ e dell’immagine di un volo libero di una Ghiandaia nel cielo sereno.

Restate 2020 è ancora una volta l’opera dell’ingegno collettivo, coordinato da Comune di Reggio Emilia e Fondazione Palazzo Magnani; le 220 proposte in cartellone (più di metà delle quali a ingresso gratuito) da luglio a settembre sono offerte da una quarantina tra fondazioni e istituzioni culturali, associazioni, singoli artisti, soggetti privati, riuniti in una Rete di creatività e collaborazione irrobustita dalla volontà di lavorare insieme per offrire una proposta di eventi variegata, per interessi e palati diversi.

Da sempre i luoghi della città sono una cifra connotante il Restate. Ecco allora 15 luoghi trasformati in palcoscenici e platee – rigorosamente a numero limitato per le note ragioni di cautela e distanziamento – gli splendidi Chiostri di San Pietro, che saranno aperti al pubblico con visite guidate su prenotazione e ospiteranno danza, teatro e musica, il parterre della Reggia di Rivalta ricca di teatro e iniziative dedicate a bambini e famiglie, gli Orti di Santa Chiara presso lo Spazio Gerra per jazz, avanguardia e poesia, passando per gli spazi e i cortili di quartieri e Ville, fra cui il complesso del Casino dell’Orologio, e per Musei Civici e Biblioteche. Il teatro Municipale Romolo Valli, la cui proposta estiva è ai Chiostri di San Pietro, riapre dopo la chiusura forzata, per visite guidate alla scoperta dei suoi tesori di arte, architettura e scena.

Nella scelta del programma, un occhio particolare è stato rivolto ai soggetti che maggiormente hanno sofferto del lockdown: i bambini e i ragazzi, rimasti senza relazioni scolastiche reali né amici, con cui condividere momenti di socialità e difficoltà. Una sessantina di eventi gratuiti, perciò, sono espressamente dedicati a loro, nella Reggia di Rivalta, nei Musei Civici e nelle Biblioteche.

In collaborazione con Progetto Reggio Emilia Città senza barriere, alcuni spettacoli (in via di definizione) per adulti e bambini saranno tradotti in lingua dei segni e resi quindi accessibili alle persone sorde e sordomuti. Come ogni anno, sono previsti posti e servizi dedicati ed adatti alle persone con disabilità.

Attese e di rigore le citazioni e le esecuzioni di musiche di Ludwig van Beethoven, nel 250° Anniversario della nascita del genio mitteleuropeo.

Lo sforzo attuato per rimettere in moto il ‘grande organismo’ di Restate è stato grande anche in termini logistici, organizzativi ed economici, al fine di garantire la protezione e la sicurezza sia del pubblico sia degli stessi artefici degli eventi, che sono necessariamente ‘contingentati’ e con accesso su prenotazione. Impegno e fatica motivati dal fatto che mai come in questa estate tutto ciò possa servire per tornare a vivere la cultura, i luoghi, le relazioni.

Restate nel 2020 cambia volto, ma non sostanza.

UN NUOVO LOGO E UN NUOVO CLAIM – Dopo la lunga ‘apnea sociale’ dei mesi trascorsi, c’è voglia di respirare aria nuova, riscoprendo il piacere dello stare insieme in sicurezza. Per ‘raccontare’ questo stato d’animo e il Restate 2020, ecco allora nuovi logo e claim: ‘Aria di Eventi in Città’ e un’immagine che parla di aria e libertà, di ambiente ed equilibrio: il volo di una Ghiandaia nel cielo sereno. La creazione è uno degli 11 progetti esposti nella mostra open air ‘Spazio Libero’, allestita negli spazi urbani della città nelle scorse settimane. L’autrice, Marina Caneve, ha presentato un progetto sulla ricerca dell’equilibrio in senso ampio: nelle relazioni, durante la crescita, ma anche e soprattutto nel nostro abitare il pianeta.

LA RETE DEI SOGGETTI COINVOLTI – Restate 2020, promosso da Comune di Reggio Emilia e Fondazione Palazzo Magnani, vede la collaborazione di una quarantina di soggetti, tra fondazioni, associazioni, artisti e attori del territorio, che hanno inviato proposte culturali: Fondazione I Teatri, Fondazione nazionale della Danza-Aterballetto, Ater Fondazione (già Associazione teatrale Emilia-Romagna), Istituto superiore di Studi musicali “Peri-Merulo”, Musei Civici di Reggio Emilia, Biblioteche comunali, Fondazione Reggio Children – Centro internazionale Loris Malaguzzi, Reggio Children srl, Pause – Atelier dei Sapori, Associazione Ics/Spazio Gerra, Associazione Insieme per Rivalta, Associazione culturale idee di Gomma, Arci, Artisti Insieme (Arscomica, Associazione culturale Le rane, Associazione culturale Quinta Parete, Compagnia Teatro del Cigno, Eidos Danza, Giuliano Brunazzi, Maria Antonietta Centoducati – Trio Teatro dei Sentieri, Michele Merola MM Contemporary Dance Company, Nuovo Teatro San Prospero, XL Company), Associazione 5T, Associazione CinqueMinuti, Associazione Culturale Pocket, Associazione Italian Classics, Centro sociale Orologio, Centro culturale Orologio, Compagnia teatrale/Teatro Piccolo Orologio, Cepam, Compagnia Circolabile, Dinamico Festival, Eutopia, Fice, Filarmonica Città del Tricolore, Guido Monti, Icarus Ensemble, Istituto Alcide Cervi, Laboratorio Rodari, La Centrale, MaMiMò, Mirco Ghirardini, Pmi – Professional Music Institute, Progetto Reggio Emilia città senza barriere, Teatro dell’Orsa, Teatro Necessario e altre associazioni e realtà del territorio. A tutti loro va un sentito ringraziamento da parte dell’Amministrazione comunale a nome della città.

Il sindaco mascherato

I LUOGHI – Saranno più di 15 i luoghi in cui si respirerà aria nuova. Fra questi, i Chiostri di San Pietro saranno animati da teatro, danza, musica, videoproiezioni a cura di Fondazione i Teatri, Fondazione nazionale della Danza-Aterballetto, Ater con Mundus,Istituto superiore di Studi musicali “Peri-Merulo” e Festival dei Pianisti italiani. I Chiostri di San Pietro aprono a visite libere o guidate, su prenotazione e a numero contingentato (più in basso orari e modalità di visita).

Gli Orti di Santa Chiara dello Spazio Gerra risuoneranno ai ritmi della musica jazz, folk e avanguardia e ospiteranno la rassegna di poesia ‘Vola Alta Parola’.

La Reggia di Rivalta metterà in scena spettacoli e incontri, con attenzione speciale a famiglie e bambini, che assisteranno seduti sull’erba, su plaid colorati e sedie.

Non solo. Tornerà il cinema nell’arena estiva degli ex Stalloni e molti eventi si svolgeranno nel Chiostro romano dei Musei civici (visite guidate, esplorazioni, passeggiate, laboratori), ai Chiostri di San Domenico con i concerti dell’Istituto Peri-Merulo, nel parco del Tasso della Biblioteca comunale di Santa Croce con i volontari di Nati per Leggere e Nati per la Musica, nel cortile del Teatro dell’Orologio con MaMiMò e nei quartieri dove si alterneranno spettacoli e musica di strada in movimento e narrazioni itineranti, passeggiate in bicicletta e visite a siti geostorici.

▪ I CHIOSTRI DI SAN PIETRO ospiteranno 16 appuntamenti, dalle ore 21.30, con ingresso a pagamento 5 euro, prenotazione dei biglietti obbligatoria dal 24 giugno www.iteatri.re.it/biglietti – info 0522.458854 biglietteria@iteatri.re.it). Non sarà possibile acquistare il biglietto in loco la sera dello spettacolo.

La Fondazione I Teatri propone cinque date: concerti, spettacoli di prosa, recital tutti i mercoledì di luglio nell’ambito della rassegna ‘I Teatri ai Chiostri/Edizione straordinaria’.

Il primo, concerto di Davide Cabassi, pianoforte (musiche di Schumann e Musorgskij); l’8 Sonia Ganassi mezzosoprano (brani di Rossini, Berlioz, Massenet, Satie e Offenbach); il 15, performance teatrale con gli attori Flavia Mastrella e Antonio Rezza (entrambi Leone d’Oro alla carriera alla Biennale di Venezia nel 2018) in ‘Pitecus’; il 22 un grande della narrazione, Davide Enia, racconta Palermo in ‘Maggio ’43’; il 29 la giocoleria fantastica della Compagnie De Fracto in ‘Flaque’.

La Fondazione nazionale della Danza-Aterballetto offrirà due serate-incontro con performance e proiezione dei due corti realizzati durante il lockdown.

Il 10 luglio in scena ‘1 Meter closer’ – Videocreazione coreografica in quarantena con il coreografo Diego Tortelli, la film-maker Valeria Civardi e il musicista Federico Bigonzetti che racconteranno la genesi della prima videocreazione europea in quarantena, che ha debuttato su Rai 5 il 29 aprile scorso in occasione della Giornata internazionale della Danza, a seguire la proiezione di ‘1 Meter closer’; il 24 luglio in scena ‘The other side’ – Videocreazione coreografica e musicale con 14 danzatori di Aterballetto e tre musicisti della Filarmonica Arturo Toscanini di Parma: una storia di solitudini che si incontrano, sulle note di Beethoven e con le suggestioni di un’opera pittorica di Luisa Rabbia. Anche in questo caso proiezione dell’opera e incontro con gli artisti moderato da Giulia Bassi .

Il Festival dei Pianisti italiani porterà (16 e 23 luglio) due concerti legati al genio di Beethoven, nel 250° della nascita, entrambi con titolo: ‘Beethoven: Sinfonie e dintorni’.

L’Opera sarà presente con “Il campanello”, farsa in un atto di Gaetano Donizetti, un progetto del dipartimento di canto dell’Istituto superiore di studi musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti “Peri – Merulo” (11 luglio).

L’apertura alle visite del corpo monumentale dei Chiostri di San Pietro, a cura della cooperativa Archeosistemi, avviene con le seguenti modalità:

dal martedì al giovedì, dalle 9 alle 13

il venerdì dalle 16 alle 23 (tranne venerdì 10 e 24 luglio)

il sabato, la domenica e altri giorni festivi dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 (tranne sabato 11 luglio dalle 16 alle 19). Chiusura settimanale il lunedì.

L’accesso sarà gratuito, senza alcun biglietto di ingresso, per la visita libera, mantenendo il distanziamento fra i visitatori di almeno un metro ed evitando l’accesso a un numero di persone tali da creare assembramenti. L’ingresso ai visitatori sarà consentito solo con la mascherina da tenere per tutta la durata della visita.

Sarà possibile effettuare inoltre visite guidate a pagamento per gruppi di massimo 10 persone, previa richiesta via mail (non più tardi di 3 giorni lavorativi precedenti), al seguente indirizzo: info@archeosistemi.it. Info: 0522.1540823.

▪ Alla REGGIA DI RIVALTA, con la collaborazione dell’Associazione Insieme per Rivalta è programmata una quindicina di eventi e spettacoli gratuiti, ma con prenotazione, dalle ore 21.30, dedicati in particolare a bambini e famiglie. Le sedute saranno allestite davanti alla dimora settecentesca, per circa 300 persone, in luglio e agosto. Info e prenotazioni dal primo luglio allo Iat di Reggio Emilia (0522.451152).

Filarmonica Città del Tricolore il 17 luglio propone Amarcord… Omaggio musicale al cinema italiano del Novecento;

Dinamico Festival propone due serate (18 e 19 luglio) dedicate di Circo contemporaneo, con ‘We only drink Champagne’ ovvero un cabaret per la Reggia di Rivalta;

nel segno di Reggionarra ecco La luna al guinzaglio:

– il 25 luglio in scena Nuova Barberia Carloni, Teatro Necessario con Leonardo Adorni, Jacopo Maria Bianchini, Alessandro Mori, regia Mario Gumina e 26 luglio, questa volta alle ore 5 del mattino, è in programma Aurora di Teatro dell’Orsa, con ideazione e regia Monica Morini e Bernardino Bonzani, musica dal vivo con arpa Morgana Rudan e clarinetto Gaetano Nenna; sempre il 26 luglio, alle 21.30, Bù! Una divertente storia di paura di e con Claudio Milani;

– Sotto il Cedro parlante della Reggia di Rivalta sabato 25 e domenica 26 luglio si alterneranno inoltre narrazioni, burattini, musica e libri in compagnia degli artisti di I burattini della Commedia, Le invenzioni inutili, EquiLibri e Teatro dell’Orsa.

– nel segno dei 100 anni di Rodari, si potranno ascoltare: Filastrocche tra cielo e terra provenienti dal mondo, installazione sonora a cura di Laboratorio Rodari, Reggio Children, Casa delle Storie

Circolabile propone il 2 agosto lo spettacolo Plato, clownerie sulla percezione della realtà.

Artisti Insieme RE, una compagine di 11 soggetti, ha messo in calendario cinque appuntamenti riuniti in ‘Aria di eventi in Reggia’:

il 31 luglio, Danza/Trittico di coreografie – Collettivo Eidos Danza, XL Company, MM Contemporary Dance Company;

il primo agosto, Teatro contemporaneo / Fran, spettacolo ispirato al celebre monologo ‘Novecento’ di Alessandro Baricco. A cura di Nuovo Teatro San Prospero e Associazione culturale Le Rane;

l’8 agosto, Teatro civile/Lemon Therapy, commedia leggera, in cui un 35enne va in psicoterapia, con l’aiuto di una specialista fuori dagli schemi e… del pubblico. A cura di Compagnia Enrico Lombardi/Quinta parete;

il 9 agosto, Teatro classico / Il Calapranzi di Harold Pinter. A cura di Teatro del Cigno;

il 14 agosto, Teatro storico/‘1077: l’Incontro’, dialogo intimo e serrato tra Matilde di Canossa e Enrico IV. A cura di Teatro dei Sentieri.

Direzione artistica di Artisti Insieme: Dina Buccino, Matteo Bartoli, Ilaria Carmeli, Maria Antonietta Centoducati.

Gli appuntamenti in Reggia si chiudono il 15 agosto con Ferragosto in Reggia con Cattivini, cabaret-concerto per bambini monelli. A cura dell’Associazione 5T.

Lo SPAZIO GERRA propone la consueta rassegna musicale estiva, giunta alla 6a edizione, Un giro (non solo) di jazz, con concerti dal vivo gratuiti il giovedì sera (dalle 21,30). Cinque serate tra jazz, folk e avanguardia con Alfio Antico, il più grande interprete della tammorra e del tamburo a cornice, un mix di canto, poesia e azione scenica (2 luglio); la poliedrica e talentuosa Nico Note con Cut up e live per voce, laptop, keyboard e dischi (9 luglio); Three Generation, tre generazioni a confronto fra inediti e sorprese con Ares Tavolazzi al contrabbasso, Chicco Capiozzo alla batteria, Leo Caligiuri al piano (16 luglio); Elisa Aramonte Quartet, con Elisa Aramonte voce, Michele Bianchi chitarra, Michele Morari batteria, Giulio Corini contrabbasso e un repertorio che spazia da Shorter a Pat Metheny e Paul Simon (23 luglio); Icarus vs Muzak, gruppo giovanile dell’Icarus Ensemble, si esibisce in Barocco e antibarocco, dal Settecento a Steve Reich, con legni, percussioni, chitarra e arpa (30 luglio).

E torna, quest’anno allo Spazio Gerra, la rassegna di poesia ‘Vola Alta Parola’, a cura di Guido Monti, in quattro serate nei venerdì di luglio (ore 21,30):

il 3, Maria Luisa Vezzali in dialogo con Vito M. Bonito, presenta il suo libro Tutto questo. Poesie 2004-2017;

il 10, Trent’anni e più di poesia di Alberto Bertoni, in dialogo Roberto Alperoli e Guido Monti per presentare Poesie 1980-2014; seguirà un intervento poetico di Ildo Cigarini tratto dal suo ultimo libro Separazioni, in tema di Scritture al tempo del Covid;

il 17, Antonio Riccardi in dialogo con Roberto Galaverni presenta il suo libro Tormenti della cattività;

il 24, Stefano Simoncelli in dialogo con lo stesso Roberto Galaverni presenta il il libro A beneficio degli assenti.

Prenotazioni dei biglietti obbligatoria allo Spazio Gerra dal 24 giugno. Info: 0522.585654 – spaziogerra@comune.re.it

E’ visitabile fino al 26 settembre, 24 ore su 24, nel giardino Orti di Santa Chiara attiguo allo Spazio Gerra, la mostra Natura non domestica. E’ un allestimento open air sul rapporto uomo-natura, in collaborazione con Valico Terminus (Nila Shabnam Bonetti e Giovanni Cervi): La rete della vita installazione dello street artist veneto Dem, Non conforme con fotografie di Emanuela Ascari e La salita nel bosco, illustrazioni stampate con interventi di ricamo di Angela Viola.

Prima di ogni evento, pomeridiano o serale, l’assessore Daniele Marchi vi aspetta in un caffè cittadino, a rotazione, per un buon caffè in sua compagnia

▪ Al PALAZZO DEI MUSEI, 36 appuntamenti saranno dedicati particolarmente ai ragazzi e alle famiglie sui temi dell’archeologia e dell’esplorazione con letture, film, scoperte, visite guidate, passeggiate (dal primo luglio al 12 agosto).

Sono previste Letture del ciclo Avventure sopra e sottoterra, narrate dai volontari Nati per leggere, proiezioni di film della rassegna Famiglie al cinema… tra le Rovine, serate di Museo safari per conoscere i personaggi e gli oggetti presenti nel museo, visite guidate alla mostra Gaetano Chierici. Metodo e scienze all’origine degli studi di preistoria, le passeggiate di Dentro e fuori il San Lazzaro (al parco del Campus San Lazzaro), City talk I Reggio Emilia. La cultura per immaginare il futuro e le 12 storie inedite scritte da Attilio Marchesini su altrettanti oggetti custoditi nei Musei Civici e narrate in Oggetti all’Orecchio da Laura Pazzaglia su facebook, youtube, twitter.

Info: www.musei.re.it; info e prenotazioni: 0522.456816.

▪ Al TEATRO MUNICIPALE ‘ROMOLO VALLI’ con l’iniziativa ‘I Teatri (Ri)Aperti’ si potranno fare visite guidate negli spazi nascosti, normalmente non accessibili al pubblico, con aperitivo sotto il portico tutti i cinque mercoledì di luglio, dalle 18 alle 22. Il Teatro Municipale tornerà a svelare i suoi segreti e le sue meraviglie. Si riposizioneranno, come una volta, i tavolini sotto il bellissimo porticato di facciata, per sorseggiare un calice a suon di musica. L’iniziativa è a cura della Fondazione I Teatri Reggio Emilia in collaborazione con il ristorante Er Pizzicagnolo di Cacio & Pepe. Prenotazione biglietti obbligatoria su www.iteatri.re.it e alla biglietteria dei Teatri; Info: 0522.45661 e 0522.458854.

▪ Ai CHIOSTRI DI SAN DOMENICO si propone Musicæ Civitas: 10 concerti degli studenti dell’Istituto superiore di Studi musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti “Peri-Merulo” per la città, dal 23 giugno al 24 luglio, nelle sere di martedì e venerdì.
Ingresso gratuito esclusivamente su prenotazione online e limitato ai posti disponibili. Info e prenotazioni: portineriaperi@comune.re.it – 0522 456771

▪ All’ARENA EX STALLONI sono 70 gli appuntamenti da segnare in agenda, dall’8 luglio al primo settembre, con ingresso a pagamento. Film d’essai, anteprime, incontri con autori e registi che presenteranno i loro film nell’ambito dei cicli, assai noti agli appassionati e ospitati ora nell’arena ex Stalloni: Accadde domani (organizzato da Ufficio Cinema comunale in collaborazione con Arci e Fice Emilia-Romagna) e Cinema in piazza, con film cult della storia del cinema restaurati dalla Cineteca di Bologna, frutto della collaborazione tra Arci e Comune e con il contributo della Regione Emilia-Romagna.

▪ Sono 15 le date al complesso storico del CASINO DELL’OROLOGIO con reading, spettacoli teatrali, stage di alta formazione teatrale a cura di MaMiMò in collaborazione con il Centro sociale Orologio e il Centro culturale Orologio, da giugno ad ottobre. Fra gli appuntamenti, Cinemetamorfosi. Un evento di Radio Live che traduce in presenza il format web-radio ‘MaMiMò On Air’ andato in onda dal 14 marzo ad oggi: un radio-spettacolo con i saggi degli allievi della scuola di teatro MaMiMò, interviste a registi, drammaturghi e artisti del panorama locale e nazionale.

Integrano la proposta del palinsesto alcuni appuntamenti di teatro dialettale e concerti nei mercoledì del mese di luglio e fino al mese di ottobre e alcuni appuntamenti per ragazzi.

▪ Le letture nel parco del Tasso della BIBLIOTECA SANTA CROCE si svolgeranno in 10 appuntamenti da giugno a settembre a cura dei volontari di Nati per Leggere e Nati per la Musica e del gruppo di lettura Parole per te.

▪ Nei QUARTIERI si propone:

al parco delle Caprette nel parco del Crostolo, il 26 luglio (alle ore 17.30) i musicisti di Pmi – Professional Music Institute in Scuola di Samba + Afroeira diretta dal maestro Paolo Caruso ed il 9 agosto (stessi orari) Fireworks Street Band diretta dal maestro Chicco Montisano;

Porta d’Oriente, una geo-esplorazione in bicicletta con i Narraluoghi nella Reggio che guarda al mare: narrazioni in cinque siti geostorici, a cura di Eutopia (1 agosto dalle 17 alle 20);

Suoni dai balconi: tra agosto e settembre, quattro appuntamenti dai balconi di ville e luoghi insoliti. Tutte le performance sono alle 18,30. A cura di Associazione culturale Pocket.

Cloroplasti Festival a settembre nel quartiere Rosta Nuova a cura dell’Associazione 5 minuti

ALTRI LUOGHI, ALTRI INCONTRI – Il ricco palinsesto si conclude con le proposte nel giardino della storica Centrale Enel di via Gorizia, che dal 25 giugno al 20 agosto propone aperitivi e dopocena con piano bar, DjSet e musica dal vivo, ad ingresso libero. E nell’area del Centro internazionale Loris Malaguzzi e sede Arci Reggio Emilia, in viale Ramazzini, protagoniste saranno le iniziative di Extra Mondo, un esperimento per l’estate da 0 a 99 anni: centro estivo per bambini 6-11 anni, atelier per bambini e famiglie, percorsi musicali per bambini e ragazzi 6-16 anni, corsi di lingua, disegno, musica, yoga, micro-concerti, letture e presentazioni di libri, performance, aperitivi e cene a tema, laboratori di cucina e alimentazione.

Queste iniziative sono organizzate da Arci Aps Reggio Emilia – Scuola di musica Cepam e Arci Corsi, Reggio Children srl, Fondazione Reggio Children-Centro internazionale Loris Malaguzzi e Pause – Atelier dei Sapori.

Infine, negli spazi all’aperto di Casa Cervi a Gattatico dal 7 al 25 luglio si terrà il 19° Festival Teatrale di Resistenza, rassegna di Teatro civile contemporaneo ideata e promossa dall’Istituto Alcide Cervi insieme alla cooperativa Boorea: sette spettacoli di altrettante compagnie teatrali da tutta Italia. Il 25 luglio, a conclusione della rassegna, è in programma la Festa della Storica Pastasciutta antifascista.

VALE PER TUTTI – In caso di maltempo, gli spettacoli e appuntamenti verranno annullati e, in caso di biglietto a pagamento, è previsto il rimborso.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.