HomeAttualitàSturm und Spread: Fitch ce la tira e “prevede” nero per l’Italia. Speculatori in festa e Borse fiacche

Sturm und Spread: Fitch ce la tira e “prevede” nero per l’Italia. Speculatori in festa e Borse fiacche

Alla riapertura dei mercati dopo la revisione dell’outlook sull’Italia da parte di Fitch, che non ha tagliato il rating sul debito italiano ma ha cambiato l’outlook da «stabile» a «negativo», Piazza Affari parte positiva e resta in terreno «verde» fino a metà seduta (+0,7%), guidata dal comparto bancario e da Fca. Poi, dopo la boa di metà giornata, l’indice principale riduce i guadagni fino quasi ad azzerarli, in parallelo con il rialzo dello spread, che rivede quota 290 punti.

Spread in rialzo, a 290 punti

Il differenziale tra Btp decennale e Bund tedesco, come detto, si è scaldato dopo una mattinata calma, per balzare sopra quota 290 punti base come già accaduto nei giorni scorsi. Nel pomeriggio di scambi europeo, il differenziale è a 291,6 punti base, con il decennale italiano che fa segnare un rendimento del 3,24% sul mercato secondario (vai agli indici di Borsa).

Borse fiacche in Europa

In generale, i mercati azionari europei hanno vissuto una giornata senza direzione precisa (manca la guida di Wall Street, lunedì chiusa per il labor day). Londra è la Borsa migliore e sale dello 0,9%, Francoforte la più debole in calo dello 0,4%. In Piazza Affari (Ftse Mib +0,1% in un clima di attesa), spiccano tra i titoli a minore capitalizzazione Immsi (in asta di volatilità in crescita del 10% dopo la semestrale), seguita da Fincantieri che sale del 6% a 1,35 euro anche sull’upgrade degli analisti di Mediobanca da `neutral´ a `outperform´, con prezzo obiettivo a 1,8 euro. Molto bene anche Salini Impregilo, in aumento del 5% a 2,2 euro. Tra i titoli maggiori, spicca la crescita del 2,4% di Mediobanca, seguita da Ubi in aumento dell’1,4%. Unicredit scende invece di mezzo punto percentuale, Carige dell’1%, Atlantia dell’1,3%. Ancora debole Pirelli, in calo dell’1,5% a 6,8 euro. (Corriere.it)

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.