HomeAttualitàSolo Tricolore, Tricolore solo: poca gente al 7 gennaio ma tante autorità. Garrendo a tratti…

Solo Tricolore, Tricolore solo: poca gente al 7 gennaio ma tante autorità. Garrendo a tratti…

Tutti col cellulare in mano nella platea vip mentre il sindaco Luca Vecchi arringa sul Vessillo garrente a tratti

7 gennaio 2020, 223° anniversario della Bandiera. Non molti cittadini in Piazza Prampolini per l’apertura dei festeggiamenti, iniziati con la suonata a distesa della Campana civica e proseguiti con gli onori militari, l’alzabandiera della bandiera italiana ed europea, l’esecuzione degli Inni nazionale ed europeo.

La Festa del Tricolore è poi proseguita in Sala del Tricolore, dove sono intervenuti il sindaco Luca Vecchi e il Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli. Alle loro parole è seguita la consegna della Costituzione Italiana a una delegazione di studenti in rappresentanza delle scuole reggiane.

Anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha inviato un messaggio: «Ricorre oggi il 223° anniversario della nostra bandiera. Era il 1797 quando da Reggio nell’Emilia ha avuto inizio il percorso durante il quale il Tricolore si è radicato lungo tutta l’Italia come simbolo dello stato unitario e poi della Repubblica, affermando i valori di libertà e democrazia che hanno ispirato tante generazioni di italiani».

«L’articolo 12 della costituzione- aggiunge il Presidente- identifica nel Tricolore il vessillo ufficiale della Repubblica. Esso raffigura l’emblema dei valori della carta fondamentale quali democrazia, rispetto dei diritti dell’uomo, solidarietà e giustizia sociale. Esso racchiude i sentimenti di unità e di coesione, rappresenta i nostri valori e l’identità nazionale e costituisce ideale legame tra le diverse generazioni e tra tutti gli italiani o figli di italiani residenti all’estero».

 

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.