HomeAttualitàRicordando Primo Levi

Ricordando Primo Levi

Sarà una giornata densa di appuntamenti per la Fondazione Fossoli: in programma, infatti, la presentazione del nuovo saggio di Giovanni Tesio su Primo Levi, nel pomeriggio, e lo spettacolo Intranima Lieder, dedicato a Giorgio Bassani, alla sera.

In occasione dell’anniversario della scomparsa di Primo Levi, avvenuta l’11 aprile del 1987, sarà presentato, alle ore 18.00 presso La Fenice Libreria, Primo Levi. Il laboratorio della coscienza, ultimo libro di Giovanni Tesio, già ordinario di letteratura italiana presso l’Università del Piemonte Orientale A. Avogadro e tra i maggiori studiosi dell’autore di ‘Se questo è un uomo’. Secondo lo studioso, tutta l’opera di Levi si può leggere in una sorta di doppio filo incrociato: da un lato i libri in cui prevale nettamente una volontà di chiarezza e d’ordine, di moralità e ragione; dall’altro la spinta uguale e contraria dell’enigma e delle tenebre, l’infezione cosmica dell’annientamento: tra ordine e caos.
La partecipazione all’incontro è gratuita, con iscrizione obbligatoria inviando una e-mail all’indirizzo info@fondazionefossoli.org. La presentazione sarà mostrata anche in diretta sulla pagina Facebook della Fondazione Fossoli.

Corrado Sevardi

Sarà invece uno spettacolo dedicato a Giorgio Bassani, la rappresentazione di Intranima Lieder, creata dal compositore reggiano Corrado Sevardi e scritta su testi poetici dell’autore de ‘Il giardino dei Finzi Contini’. L’appuntamento si svolgerà alle ore 21.00 nella Sala delle Vedute di Palazzo dei Pio.
Definito dalla figlia dello scrittore Paola Bassani “Il più bello ed elegante lavoro musicale mai realizzato su poesie di mio padre”, in Intranima Lieder, Sevardi elabora ventidue poesie di Bassani tratte da diverse raccolte, valorizzandone la multiformità visionaria in un susseguirsi di episodi strumentali, di voce recitante, canto e momenti d’insieme.
Realizzato con il patrocinio e sostegno della Fondazione Giorgio Bassani, lo spettacolo vede la partecipazione della voce recitante di Giuliano Brunazzi, del mezzosoprano Cristina Calzolari, di Davide Finotti al pianoforte e di Alessandro Sevardi al violino.
Il concerto dell’11 aprile sarà inoltre caratterizzato dall’esecuzione, in prima assoluta, di un brano per violino solo dal titolo ‘Canto dei Giusti’, scritto e inserito all’interno di Intranima Lieder da Sevardi appositamente per questa replica.
L’immagine utilizzata per l’evento è stata concessa in uso dal decano dei fotografi reggiani, il maestro ottantacinquenne Vasco Ascolini: coincidenza vuole che il celebre fotografo – i cui scatti sono stati esposti in tutto il mondo, in istituzioni quali il MoMA di New York e tanti altri importanti musei internazionali – abbia abitato da giovanissimo di fronte al Campo di Fossoli, assistendo, dalle finestre di casa, alle violenze ivi perpetrate contro adulti e bambini.
Ingresso gratuito con green pass rafforzato e mascherina
Iscrizione obbligatoria tramite e-mail su info@fondazionefossoli.it fino ad esaurimento posti.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.fondazionefossoli.org.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.