HomeAttualitàReggio città delle zanzare: secondo caso di febbre del Nilo

Reggio città delle zanzare: secondo caso di febbre del Nilo

Secondo caso di febbre del Nilo in pochi giorni in provincia di Reggio Emilia. La Direzione dell’Azienda Usl di Reggio ha comunicato che si è registrato nel Comune di Scandiano un caso di  malattia di West Nile Disease, infezione virale trasmessa attraverso la puntura della zanzara comune, e che ha l’uomo tra i possibili ospiti finali, assieme al cavallo.
Il paziente, un uomo di 54 anni con diagnosi confermata dagli esami di laboratorio, presenta una sintomatologia febbrile senza sintomi di tipo neurologico. Non è ricoverato: le sue condizioni permettono di procedere con  cure a domicilio.
Qualche giorno fa Ausl e Santa Maria Nuova avevano annunciato il primo caso di West Nile in un uomo di 69 anni, residente a Reggio, ricoverato all’Arcispedale e in via di progressivo miglioramento. L’annuncio è coinciso con l’ispezione sanitaria nel cantiere del park Vittoria, in pieno centro città, dove da mesi si è formato un grande stagno d’acqua, ambiente ideale per lo sviluppo della zanzara tigre e della zanzara comune. Il servizio di Sanità pubblica ha ordinato l’immediata rimozione dell’acqua: pare però che l’operazione sia impossibile sino a quando non sarà impermeabilizzato l’involucro del parcheggio sotterraneo, e per fare ciò è prima necessario spostare i pavimenti romani di epoca imperiale rinvenuti durante lo scavo.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.