Qui si rifa la storia

Cin cin al Medioevo

“Quattro Castella interpreta la Storia”. Uno slogan che introduce e presenta l’essenza di una delle proposte culturali più importanti e significative di questo comune e del nostro territorio. Si terrà infatti, da giovedì 6 a domenica 9 giugno, la 54ª edizione del Corteo Storico Matildico di Quattro Castella, la manifestazione rievocativa che dal 1955 continua a intrattenere e istruire la comunità, migliorandosi anno per anno. Non solo l’Ariosto nel proemio dell’Orlando Furioso canta «Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori, le cortesie, le audaci imprese, …», ma anche il comune Castellese non manca di compiacerci con la rappresentazione di una delle rievocazioni storiche più consolidate in tutta Italia, organizzata come ogni anno dall’associazione Corteo Storico Matildico col sostegno del Comune di Quattro Castella.

Quest’anno a vestire i panni di Matilde di Canossa sarà l’attrice reggiana Eleonora Giovanardi, mentre ad interpretare Enrico V sarà l’attore romano Valerio Di Benedetto; ritorna poi al corteo Andrea Gherpelli, già noto come Enrico V di edizioni passate, che interpreterà l’inedito ruolo di Enrico IV. In regia Sabrina Pallavicini, assistita da Cecilia Di Donato, la Matilde dell’anno scorso, insieme al centro teatrale MaMiMò. A completare il cast dello spettacolo teatrale “Destini Imperiali”, che domenica concluderà la manifestazione, Massimiliano Sozzi nella parte di Donizone e Filippo Bedeschi in quella di Guelfo V.
Convegni, cene, spettacoli si svolgeranno tra villaggi, accampamenti, taverne e mercatini in una vera e propria location teatrale medievale con più di mille figuranti in costume d’epoca, intrattenendo i presenti con giochi, tornei, visite guidate, progetti culturali.

Oltre all’inserimento nella rievocazione storica di tre personaggi inediti, sono tante le novità di quest’edizione, tra le quali la presenza del Vescovo della diocesi di Reggio Emilia e Guastalla, Massimo Camisasca, alla Messa in costume di domenica 9 giugno e la partecipazione di un gruppo di artisti madonnari che riprodurrà su via Roma scene tratte dalla Vita di Matilde. Evento saliente del Corteo Matildico 2019 è l’introduzione della rappresentazione di un episodio realmente accaduto sulle colline del Bianello nel 1092, la Battaglia della Nebbia.
Come ogni anno l’inizio del Corteo verrà inaugurato dalla tipica conferenza stampa di apertura di giovedì 6 dalle 17.30 in Piazza Dante. Tra gli appuntamenti principali si ricordano poi la cena medievale “La notte nel volgo”, a cura del gruppo storico Villici delle Quattro Castella, venerdì 7; la quinta edizione del Torneo del Bianello, la Fiaccolata e la notte negli accampamenti sui prati del Bianello, sabato 8; il Corteo dei fanciulli, la Quintana dell’Anello, il Gioco del ponte e la re-infeudazione di Matilde, domenica 9. E ancora, sabato sera visite guidate alla Chiesa di Sant’Antonino e al Castello di Bianello con accompagnamento guidato nel bosco a cura dell’associazione Idea Natura, mentre la domenica sfilate, esibizioni delle contrade di sbandieratori, musici castellesi e dei gruppi d’arme storici, insieme a tanti giochi come, appunto, la Quintana dell’Anello, un gioco di abilità per cavalieri, e il Gran Passo d’Armi, noto come “Gioco del Ponte” o “Lotta del Ponte”, dove due squadre da 7 lottatori si affrontano in duello sopra un ponte di legno.

“Il Corteo rappresenta l’apice delle proposte culturali di Quattro Castella – ha affermato Alberto Olmi, il nuovo Sindaco di Quattro Castella, durante la conferenza stampa tenutasi presso Villa Manodori nella Tenuta Venturini Baldini -. Abbiamo investito il massimo delle forze in questo evento della primavera castellese, che si rivolge ad un pubblico davvero vasto e si propone di stupire sempre di più. Nuovi linguaggi, nuovi volti, nuove sensibilità: sarà un successo”.
“Cerchiamo ogni anno di presentare al pubblico un evento storico nuovo avvenuto realmente in quel contesto e in questo territorio: è il turno della Battaglia della Nebbia – ha proseguito Emidio Fantuzzi, presidente del Comitato Matildico -. Ci stiamo impegnando a livello nazionale per tessere rapporti con tutti quei comuni che hanno avuto legàmi con la storia di Matilde”.

“Ci siamo, è tutto pronto, non mi sembra vero – ha continuato Tiziana Animini, vicepresidente del Comitato Matildico -. Quest’anno siamo contenti di poter vantare ben quaranta banchi in più nel mercato medievale, insieme a tante altre novità. E’ un’emozione per noi riuscire a coinvolgere tutti i presenti, accompagnandoli in un’atmosfera magica capace di far vivere la storia in profondità”.
“Siamo riconoscenti al Corteo Matildico, alle contrade, ai volontari – ha concluso Danilo Morini, assessore alla Cultura di Quattro Castella -: è grazie a loro che anche quest’anno potremo godere di uno straordinario spettacolo medievale. È stato un lavoro di studio e responsabilità, ma anche una scelta coraggiosa: i protagonisti del corteo, infatti, non sono personaggi di grande fama, ma persone serie e di cultura che hanno collaborato per puntare sull’evento storico”.
Prenotazione e vendita biglietti: cell. 339-3932332 dalle 13 alle 15; Infopoint in Piazza Dante Alighieri per vendita e ritiro biglietti per il Corteo di domenica 9 giugno, sabato ore 20.30-22, domenica ore 09.30-12.30.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS