Quarto trimestre: flessione significativa di tutti i livelli produttivi per il 45% delle imprese

Nel quarto trimestre 2019, analizzato dall’indagine di Unindustria Reggio Emilia, si evidenzia una flessione significativa dei livelli produttivi. I segnali di rallentamento della produzione industriale reggiana, già emersi nel periodo luglio-settembre, sono confermati anche in chiusura di anno, decretandone così 12 mesi in negativo, dopo un biennio di espansione costante. Una situazione, quella reggiana, coerente con quella nazionale rilevata dall’ISTAT.

Gli ordini sono in flessione per oltre il 45% delle imprese, per quasi il 35% sono in aumento e per quasi il 20% sono stazionari. Anche gli ordinativi esteri sono in linea: il 42,5% ha dichiarato un calo, il 30% un aumento e il 27,5% stabilità. L’occupazione non risente ancora della situazione di stagnazione.

Guardando all’inizio del 2020, a gennaio la produzione registra una contrazione del -2,3%, mentre le previsioni sull’export sono improntate a una sostanziale stabilità.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS