Pubblica amministrazione, più acquisti verdi entro il 2018

Obiettivo 50% di acquisti verdi entro il 2018 per la Pubblica amministrazione in Emilia-Romagna. Percentuale che sale al 100% nei casi previsti dal Codice degli appalti. Tra questi, energia elettrica, edilizia, mezzi di trasporto. Lo prevede il nuovo Piano del Green Public Procurement, varato a novembre dalla giunta regionale e approvato definitivamente dall’Assemblea legislativa.

Al centro del provvedimento le attività di informazione, formazione e sensibilizzazione rivolte al personale pubblico perché le forniture di beni, servizi e lavori siano sempre più “green”. E poi la promozione degli acquisti verdi nell’ambito dell’utilizzo delle risorse comunitarie di Por e Psr, l’assistenza tecnica alle stazioni appaltanti nella predisposizione e adozione dei criteri ambientali e sociali nelle proprie gare ed il coinvolgimento delle associazioni di categoria degli operatori economici.

L’Emilia-Romagna è prima in Italia per numero di certificazioni Epd (Dichiarazione ambientale di prodotto) e seconda per Emas (Sistema comunitario di ecogestione e audit) ed Ecolabel, il marchio di qualità ecologica. Una vitalità che traspare in alcuni settori trainanti dell’economia regionale quali il comparto ceramico per Ecolabel e l’agroalimentare per le sperimentazioni nell’applicazione di Emas nei caseifici e nei prosciuttifici. Il raggiungimento degli obiettivi fissati dal Piano sarà sottoposto ad un costante monitoraggio che interesserà sia le Direzioni regionali e IntercentER, sia le amministrazioni territoriali grazie alla collaborazione con l’Osservatorio regionale dei contratti pubblici.

L’approvazione dell’atto – afferma l’assessore all’Ambiente Paola Gazzolosegna un ulteriore passo avanti della Regione Emilia-Romagna verso un’economia sempre più circolare: introdurre gli acquisti verdi in un ente significa ripensare i fabbisogni di un’Amministrazione e riorientare i processi di consumo in una prospettiva di riduzione degli sprechi e di ottimizzazione delle risorse”.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS