Prosit! Mentre Juncker ci ammonisce noi rispondiamo col Vinitaly, più Bacco e meno tabacco

Al via la 53esima edizione della più grande fiera del settore vitivinicolo in Europa e sicuramente tra le più interessanti al mondo. L’edizione 2019 del Salone Internazionale dei Vini e dei Distillati è sold out da tempo, nonostante l’aumento della superficie netta disponibile, realizzato grazie a un nuovo layout della manifestazione. Come ogni anno sono molte le novità, gli spazi dedicati ad approfondimenti, assaggi, formazione e cultura dedicati al vino.

Tra gli appuntamenti più innovativi, il nuovo salone Vinitaly Design e l’Organic Hall, pensati per dare ulteriore impulso al progetto di una sempre maggiore specializzazione in chiave business della rassegna. Progetto lanciato in occasione del cinquantesimo e che ha portato il Salone internazionale dei vini e dei distillati ad accreditare, nell’ultima edizione, 32 mila buyer esteri su un totale di 128 mila presenze da 143 paesi, gestendo una graduale diminuzione del numero complessivo dei visitatori consumer, per i quali è stato potenziato e riprogettato al contempo il fuori salone Vinitaly and the City.

Una formula che sta registrando sempre più il gradimento delle aziende, confermato dalla piena occupazione degli spazi espositivi a più di tre mesi dall’inaugurazione di Vinitaly, con le riconferme degli espositori pressoché totali. Grazie inoltre al format rinnovato di alcuni padiglioni (F e 8), è stato possibile accogliere nuove aziende e permettere l’ampliamento degli stand di altre già presenti da più edizioni. Nel 2018 Vinitaly ha registrato la presenza di 4.461 espositori da 35 Paesi, su una superficie netta di 95.449 metri quadrati in una escalation che anno dopo anno rende merito alla qualità della manifestazione. Numerose le case vitivinicole reggiane anche quest’anno in partenza per Verona. Su queste pagine avremo modo di raccontarvi come ogni anno anche questa edizione ed entrare nel dettaglio delle specificità presentate da aziende private e cantine sociali e cooperative delle nostre provincie.

Avvertenza: i biglietti di ingresso sono merce rarissima e non sono acquistabili all’ingresso. Per informazioni è a disposizione il sito internet della fiera, all’indirizzo: www.vinitaly.com.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS