HomeAttualitàParco delle Paulonie: il degrado resta. Riapre il cantiere che tenterà di riqualificarlo

Parco delle Paulonie: il degrado resta. Riapre il cantiere che tenterà di riqualificarlo

Si appresta a cambiare volto il parco della Paulonie, il polmone verde tra via Paradisi e via Sani, nel quartiere della stazione. Il restyling è previsto a breve. Sistemato nel 2013, grazie a un intervento interamente finanziato dal Regno del Marocco, il parco sarebbe dovuto diventare, nelle intenzioni, una sorta di piazza d’incontro a disposizione dei vecchi e nuovi reggiani residenti nel quartiere. Niente di tutto questo. Il parco non è meta abituale delle famiglie del quartiere e durante il pomeriggio e la sera diventa teatro di bivacchi e spaccio. Tanto che l’Amministrazione comunale, nei mesi scorsi, ha deciso la sua chiusura nelle ore serali e notturne per assicurare una maggiore sicurezza nella zona e all’interno del parco stesso. Sicurezza a parte, lo stato di degrado del parco è evidente. In più punti i tasselli del mosaico, in stile marocchino, posto lungo il sentiero e la piccola piazza delle Paulonie sono divelti. E le buche hanno preso il sopravvento. Ora arriva il nuovo intervento dell’Amministrazione volto – come si legge nell’Albo pretorio del Comune – “a incrementare l’accessibilità pedonale; generare attrattività per gli abitanti del quartiere e della città; ampliare la fruibilità funzionale e sociale”.

Ed ancora a “migliorare la manutenibilità delle opere edili e del verde attrezzato; rigenerare la qualità urbana e l’immaginario sociale del luogo”. I residenti del quartiere da tempo chiedono un intervento, specie in termini di controlli, ma il restyling in questione, non ancora avviato, sta già creando qualche mal di pancia. Il Comune, sull’argomento, ha incontrato, enti ed associazioni che operano nel quartiere scatenando però le critiche del Comitato Reggio Emilia Sicura (Cres) che lamenta il mancato coinvolgimento dei cittadini in merito al progetto di riqualificazione del parco.

Tant’è che per oggi il Cres ha organizzato un incontro pubblico, alle 18.30, alle Paulonie. “Poiché c’è molta fretta di aprire il cantiere che resterà attivo per un paio di mesi – spiega Lucia Sangiorgi, portavoce del Comitato – ci pare giusto avvisare i residenti e condividere con loro le informazioni che abbiamo raccolto”. Questione di metodo, ma anche di scelte. “Il parco è stato riqualificato cinque anni fa – prosegue la Sangiorgi -. Abbiamo un fazzoletto di verde inagibile da una decina d’anni per i bimbi del quartiere. Basta assicurare la pulizia e i controlli, almeno in determinate fasce orarie, perché si popoli”.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.