HomeAttualitàNon solo la Memoria. Tutti gli appuntamenti in vista della commemorazione della Shoah ed un grazie ai vertici Iren ed al sindaco Vecchi per l’accordo con l’israeliana Mekorot che svecchia certi sinistri sentori anni ’70

Non solo la Memoria. Tutti gli appuntamenti in vista della commemorazione della Shoah ed un grazie ai vertici Iren ed al sindaco Vecchi per l’accordo con l’israeliana Mekorot che svecchia certi sinistri sentori anni ’70

Verso il 78esimo anniversario nel ricordo della più terribile tragedia del ‘900, la Shoah, con tante lodevoli iniziative. Ma oltre all’aspetto rituale-commemorativo quest’anno il nostro sentito grazie va ad Iren (tante volte bersagliata per le bollette da capogiro) ed ai suoi vertici, che hanno stretto un accordo con l’israeliana Mekorot. Dando un segnale concreto di come si debba sempre e comunque dialogare con le democrazie (dunque non con la Russia di Putin) sulla strada della pace. Il nostro grazie va dunque al Presidente Iren Luca Dal Fabbro, all’Amministratore Delegato e Direttore Generale Gianni Vittorio Armani ed al Vicepresidente Moris Ferretti, sempre di Iren. Con loro un grazie anche al sindaco di Reggio Luca Vecchi che finora ha tenuto la barra dritta nonostante le pressioni interne, anche se a latere ed estemporenee, di quelle frange sinistre che hanno fatto irruzione nella sede Iren con fumogeni e megafoni in funzione anti-israeliana.

Venerdì 27 gennaio ricorre il 78esimo anniversario della scoperta e liberazione, da parte dell’Armata Rossa, del campo di concentramento di Auschwitz e pertanto si celebra il ‘Giorno della memoria’ delle vittime dell’Olocausto.

Alle ore 12 nella Sinagoga di Reggio Emilia, in via dell’Aquila, il sindaco Luca Vecchi, del presidente della Provincia Giorgio Zanni e Tiziana Ferrari rappresentante della Comunità ebraica di Modena e Reggio Emilia deporranno una corona a ricordo dei cittadini ebrei perseguitati, deportati e sterminati.

Per ricordare i tragici eventi dell’Olocausto e riflettere sul passato e sul nostro presente anche in termini di discriminazioni, razzismo e diritti delle minoranze, sono molte, già da domenica 22 gennaio, le iniziative promosse da Comune e Provincia di Reggio Emilia in collaborazione con Anpi, Alpi-Apc, Anppia, associazioni Combattentistiche e d’Arma, Cgil, Cisl, Uil, Comunità ebraica di Modena e Reggio Emilia, Comitato democratico costituzionale, Istituto Alcide Cervi, Istituto G. Garibaldi per i ciechi, Istoreco, Fondazione I Teatri, Arcigay Gioconda, Conservatorio di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti“A. Peri-C. Merulo”, Liceo Scientifico Statale “Aldo Moro”, Spazio culturale Orologio, Cinema Rosebud, Centro sociale Orti di Montenero.

Da domenica 22 gennaio nella stessa Sinagoga di via dell’Aquila, a cura di Istoreco, esposizione della mostra I Giusti in Emilia Romagna: piccole e grandi storie di salvatori e salvati e presentazione del documentario Sauro, Hana e Israel a Reggiolo di Matthias Durchfeld e Andrea Mainardi (Italia, 2023) – www.istoreco.re.it

Venerdì 27 gennaio ore 9.30

Posa di una nuova Pietra d’Inciampo davanti alla casa di Luigi Bellelli in via Gattaglio, 1 (Reggio Emilia) in collaborazione con l’asilo nido a lui intitolato e Nidi e Scuole dell’infanzia del Comune di Reggio Emilia. L’evento sarà in diretta streaming sulla pagina Facebook e sul canale Youtube di Istoreco. L’accesso è libero e non occorre avere un proprio account. Ore 19 Visita guidata alla mostra I Giusti in Emilia Romagna.

Una vetrina tematica all’ingresso della Biblioteca Panizzi per proporre consigli di lettura sul tema, con i titoli più aggiornati insieme a una filmografia in dvd posseduti dalle biblioteche. L’iniziativa è arricchita da attività rivolte alle scuole e da consigli di lettura per ragazzi dai 6 ai 14 anni.

Informazioni: www.bibliotecapanizzi.it

Domenica 29 gennaio ore 11

Quando mio padre salvò Roberto Blum. Matthias Durchfeld (Istoreco) dialoga con Giulio Bazzani, figlio di Giuseppe Bazzani

sabato 4 febbraio ore 19

Visita guidata alla mostra I Giusti in Emilia-Romagna

Domenica 5 febbraio ore 11

Conferenza Alle radici delle leggi razziali. L’antisemitismo dei nazionalisti italiani. Arturo Bertoldi (Istoreco) dialoga con Rocco D’Alfonso, docente a contratto di Storia Contemporanea (UNIMORE). Informazioni: www.istoreco.it; staff@istoreco.it.

Memoria on line Approfondimenti e contenuti multimediali Museo digitale dei luoghi reggiani del ‘900 Sul canale Youtube di Istoreco sono disponibili le testimonianze della deportazione di Helga Weissova e Piero Terracina.

La sinagoga sarà aperta per visite in autonomia domenica 22.01 (10-13, 15-18); venerdì 27.01 (10-13, 15-18); sabato 28.01 (18.30-20); domenica 29.01 (10-13, 15-18); venerdì 3.02 (10-13, 15-18); sabato 4.02 (18.30-20) e domenica 5.02 (10-13, 15-18).

Arcigay Gioconda Aps presso il Circolo Arci Kaleidos, via Bologna, 1 a Poviglio:

Da sabato 21 gennaio mostra ‘Omocausto – per non dimenticare nessun*’

Arcigay Gioconda Reggio Emilia in collaborazione con Arci Kaleidos Poviglio, Circolo Pd, Spi Cgil e Anpi Poviglio, propone un percorso di riflessione composto da una cinquantina di quadretti che ripercorrono le persecuzioni subite dalle persone Lgbt+ in tutta Europa dagli anni ‘30 in poi. La mostra si conclude con una riflessione sulle persecuzioni cui assistiamo anche ai nostri tempi, nella consapevolezza che conoscere permette di agire. La mostra sarà visitabile tutti i giorni dalle 13 alle 23 sino al 3 febbraio e nelle giornate di apertura e chiusura sarà possibile visitare la mostra con accompagnamento di Arcigay Gioconda. Informazioni: www. arcigayreggioemilia.it; info@arcigayreggioemilia.it.

Spazio culturale Orologio, via Massenet 17/a, Reggio Emilia

dal 23 gennaio al 27 gennaio

Memoria: #storia #cultura #ricordi #emozioni

Cosa significa memoria? Scritture, pensieri, installazioni e rappresentazioni comunicano e danno forma alle interpretazioni di ragazzi e ragazze sul tema della memoria e della storia. Un percorso tra gli ambienti dello Spazio Culturale Orologio pensato ed allestito insieme alle classi terze della scuola Secondaria di Primo Grado Marco Emilio Lepido. Mostra interattiva aperta ai cittadini tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 18.30 e nelle mattine di martedì, giovedì e sabato dalle 9 alle 13. Venerdì 27 gennaio dalle ore 18 alle ore 23 sarà possibile prenotarsi per visitare la mostra e partecipare alle narrazioni in collaborazione con gli adulti volontari narratori.

Informazioni: www.facebook.com/officinaeducativa;

spazioculturaleorologio@comune.re.it; 0522.585396

Cinema Rosebud, via Medaglie d’Oro della Resistenza, 4

25 gennaio ore 9.30

Jojo rabbit regia di Taika Waititi (Rep. Ceca, 2019), 108’

27 gennaio ore 9.30

L’uomo che verrà regia di Giorgio Diritti (Italia, 2009), 115’

10, 12, 13, 18, 19, 20, 21, 24, 25, 26 gennaio ore 9.30

Anna Frank e il diario segreto regia di Ari Folman (Israele, 2021), 99’. Proposte rivolte alle scuole, su prenotazione. L’Ufficio Cinema del Comune di Reggio Emilia è a disposizione per organizzare, su richiesta, proiezioni di film nell’ambito della Giornata della Memoria.

Informazioni: sandra.campanini@comune.re.it; www.comune.re.it/rosebud.

Istituto “Garibaldi” per i ciechi

Biblioteca “Turchetti” dell’Istituto “G. Garibaldi”, via R. Franchetti, 7

venerdì 27 gennaio ore 9 o 11 per le scuole (dalla classe 3^ della scuola Primaria di primo grado alla classe 1^ della scuola primaria di secondo grado), su prenotazione.

sabato 28 gennaio ore 16 per il pubblico, su prenotazione

Papà Weid, l’uomo che tenne testa ai nazisti – Agli inizi degli anni ‘40, Otto Weid fondò a Berlino una piccola azienda in cui fece lavorare soprattutto ebrei non vedenti. Protesse per molto tempo i suoi dipendenti dalla deportazione e in numerosi casi riuscì, fino alla fine della guerra, a nascondere e salvare i suoi amici lavoratori.

Informazioni: biblioteca@istitutociechigaribaldi.it; 0522.439305.

Centro sociale Orti di Montenero – via Montenero, 10

venerdì 27 gennaio dalle 15.30 alle 18.30

SONY DSC

Letture, racconti, memorie. Testimonianze dirette e confronti per non dimenticare (dai 6 ai 99 anni) Canti insieme al Coro interculturale di Reggio Emilia. Il centro sociale Orti Montenero offre una merenda ai bambini e un aperitivo ai più grandi.

Informazioni: Caterina Iseppi, 3349953078.

Fondazione I Teatro – teatro Ariosto

domenica 29 gennaio, ore 16 – Brundibàr

Libretto di Adolf Hoffmeister, musica di Hans Krása, coro di voci bianche della Fondazione I teatri, Ensemble Icarus vs Muzak, direttore Mimma Campanale, regia e ideazione scenica Barbara Roganti, maestra del coro Costanza Gallo. Una nuova opera per bambini. Una bella fiaba a lieto fine la cui genesi è però dolorosamente intrecciata alla persecuzione degli ebrei e all’olocausto.

Informazioni: www.iteatri.re.it – biglietteria@iteatri.re.it

Istituto superiore di Studi musicali Peri-Merulo

Auditorium “Gianfranco Masini”, via Dante Alighieri, 11

domenica 29 gennaio ore 11

L’Ora della Musica 2023 – 41a edizione – Concerto degli allievi del Conservatorio

Informazioni: www.peri-merulo.it; direzioneperi@comune.re.it: 0522.456771

Istituto Alcide Cervi – via Fratelli Cervi 9, Gattatico (RE)

Biblioteca per ragazzi Il Mappamondo

dal 24 gennaio al 3 febbraio dalle 9 alle 12

Le parole e le storie. I volti della solidarietà per il popolo ebraico

La biblioteca Ragazzi Il Mappamondo di Casa Cervi, in collaborazione con le biblioteche comunali di Gattatico e di Campegine, propone una selezione di letture con la visione di documenti multimediali e audiovisivi di approfondimento sul tema della memoria. Gli interventi saranno direttamente curati dalle bibliotecarie e da esperti e sono pensati per le classi quinte della primaria e le terze della secondaria dei comuni di riferimento secondo contenuti tematici e linee di riflessione proposti.

sabato 28 gennaio ore 11

Morire per amore, 1964 – Roberto Sebastián Matta (artista cileno)

Sala Genoeffa Cocconi si inaugura la nuova collocazione dell’opera del celebre artista cileno, l’opera viene dal Museo Cervi in comodato d’uso su proposta dell’assessorato alla cultura della Regione e dell’ANPI di Bologna, nell’ottica della sua valorizzazione attraverso la circuitazione. L’opera del grande artista, che frequentò fra gli altri Dalì, è collocata nella sala dedicata alla madre dei sette fratelli Cervi. Nel corso dell’iniziativa

interverrà l’assessore regionale alla Cultura. L’opera sarà illustrata dallo storico dell’arte Sandro Parmiggiani. Informazioni: paola.varesi@istitutocervi.it

domenica 29 gennaio ore 16.30

Sala Genoeffa Cocconi – Concerto Il vento delle rondini dedicato ad Aldo Finzi, compositore di origine ebraica dotato di grande talento, perseguitato e costretto all’anonimato pena la sua stessa sopravvivenza. Informazioni: morena.vannini@istitutocervi.it; www.istitutocervi.it; gabriella.gotti@istitutocervi.it; 0522.678356

Nessun commento

lascia un commento