HomeAttualitàNon ci sono più le mezze stagioni ma sono tornate quelle degli incendi: Bassa nel mirino

Non ci sono più le mezze stagioni ma sono tornate quelle degli incendi: Bassa nel mirino

Tre auto bruciate a Reggiolo, poi l’omicidio di Francesco Citro, ora un nuovo incendio a Cadelbosco. Tra Reggio e la Bassa sono giorni inquieti: l’ultimo fuoco ha distrutto lunedì notte l’auto della cognata di un imputato del processo Aemilia. Certo, l’omicidio si Citro potrebbe essere solo un ‘accidente’ all’interno di una strategia più complessiva di intimidazione; oppure un fatto totalmente estraneo alla nuova stagione dei fuochi, anche se poche ore prima della morte era stata bruciata proprio la sua vettura. Ma di sicuro quanto sta accadendo mette in allerta le forze dell’ordine: il comitato provinciale ordine e sicurezza presieduto dal Prefetto ha deciso di aumentare a presenza di forze dell’ordine a Reggiolo.
Dopo questa decisione, ecco il nuovo rogo doloso, nella notte tra lunedì e martedì a Cadelbosco, in via E. Landi: poco dopo la mezzanotte, ignoti hanno dato alle fiamme la Mercedes Classe A di una crotonese di 43 anni che vive nel paese. Sul fatto indagano i Carabinieri con il coordinamento della Procura di Reggio. Sul posto anche i vigili del Fuoco, che hanno rapidamente spento l’incendio.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.