HomeAttualitàNel 2011 oltre 500 milioni di redditi non dichiarati

Nel 2011 oltre 500 milioni di redditi non dichiarati

Oltre 500 milioni di euro di redditi non dichiarati, 83 milioni di Iva sottratti al fisco,  50 evasori totali e paratotali scoperti, 126 persone denunciate per reati fiscali. Quella all’evasione è una lotta senza fine e i numeri del bilancio dell’attività 2011 della Guardia di Finanza di Reggio testimoniano ancora una volta quanto sia ampio il mondo dell’economia sommersa. I settori più interessati dell’evasione totale sono quelli dell’edilizia (40%) dei servizi (40%) del commercio (20%).

Degni di nota i risultati dell’azione delle Fiamme Gialle, anche grazie ai nuovi strumenti come il sequestro “per equivalente”, una misura cautelare che consente il sequestro di beni e denaro per un valore equivalente alla somma sottratta in modo illecito. Misura che ha consentito di recuperare in tempi brevi ben 22 milioni di euro. Si sono rivelate molto utili anche le informazioni presenti nella nuova banca dati C.E.T.E. (Controllo economico del territorio) che raccoglie notizie relative a tutti i beni indicati dal decreto sul redditometro (case ed auto di lusso, cavalli, aeroplani, imbarcazioni). Sono 3700 le imprese controllate, 288 le verifiche in materia di capacità contributiva nei confronti di operatori economici

Impressionanti i numeri dell’evasione nel Reggiano: sono ben 50 gli evasori totali (completamente sconosciuti al fisco) e paratotali (quelli che non dichiarano oltre il 50% dei ricavi/compensi) scoperi; la base imponibile sottratta a tassazione in materia di imposte sui redditi ammonta a 502 milioni.

Non tutti fanno lo scontrino

I controlli in materia di scontrini e ricevute fiscali sono stati 3.081 con una percentuale di irregolarità del 24%. A seguito delle ripetute violazioni sono state avanzate agli uffici competenti 7 proposte di chiusure di esercizi commerciali, due delle quali già eseguite. Diffuso anche il fenomeno dell’utilizzo di fatture fittizie. Si tratta di un meccanismo fraudolento che consente a molti operatori di non dichiarare redditi o di dichiararne in misura inferiore all’effettivo, facendo figurare costi in realtà inesistenti, oltre a far risultare crediti d’Iva inesistenti. Nel corso dell’anno sono state denunciate 52 persone per questo reato

Contraffazione, lotta alla droga e lavoro nero

L’attività della Guardia di Finanza non si è limitata ai reati finanziari. La lotta alla contraffazione nel 2011 ha portato al sequestro di  76.879 prodotti (tra prodotti industriali, accessori e capi di abbigliamento con marchi contraffatti e/o privi di marchio CE – giocattoli – ma anche cd e dvd sprovvisti del bollino Siae). Sul fronte del lavoro nero nel corso di 90 controlli sono stati scoperti 11 lavoratori assunti irregolarmente. Infine, i finanzieri hanno sequestrato 45 chili di droga e hanno e denunciato per spaccio 80 persone, 22 delle quali arrestate.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.