Lo scisma del tortellino bolognese. Pro e contro la “gastro-eresia” del vescovo Zuppi (da sabato cardinale)

Una recente foto di don Ranza con la sua ultima fatica letteraria

Torcellino (al maiale) Vs Torpollino (al pollo): la “gastro-eresia” benedetta dal creando Cardinal Zuppi di Bologna “divide” politica e Chiesa. Di qua (pro ripieno alla mortadella) i sovranisti della tradizione culinaria, di là (pro ripieno al galletto Vallespluga) gli apostati del palato che ammiccano ai precetti islamici.

E così, mentre le sfogline felsine allargano le maglie della pasta all’uovo per la festa del Patrono San Petronio, il sacerdote reggiano don Franco Ranza (il prete dei ripetuti “no” ai Vescovi, della processione dei lumini anti-violenza ai Giardini Pubblici e della cacciata dal “suo” Tempio dello storico presepe di Beltrami) indice in parrocchia a San Nicolò, nel centro cittadino, un conviviale della controriforma delle papille gustative, cena coi fedeli a base di suino contro gli abiuratori del verro.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *