La Messa è finita: l’effetto Coronavirus colpisce anche i luogi di culto sotto la Pasqua

Satira: individuato il “Paziente 0″…

Salgono a 16 i casi di Coronavirus in Emilia Romagna: ai nove contagi registrati fino a ieri si sono aggiunti due nuovi casi a Parma e 5 a Piacenza tutti riconducibili al focolaio lombardo. Di questi, 6 ricoverati all’ospedale di Piacenza, 6 in isolamento a domicilio e 2 trasferiti dall’ospedale di Piacenza a quello di Parma, reparto Malattie infettive, dove si trovano anche i 2 pazienti parmigiani riscontrati positivi nelle ultime ore. E c’è un caso sospetto a Bologna al momento in osservazione al Sant’Orsola.

Stop alle Messe:

L’allarme coronavirus entra nelle chiese. Messe sospese quasi ovunque a Piacenza e Modena e misure analoghe al vaglio in altre diocesi dell’ Emilia- Romagna: così le comunità cristiane si stanno attrezzando in conseguenza dell’ordinanza regionale sul Coronavirus.

A Piacenza il vescovo Gianni Ambrosio esprime vicinanza e invita alla preghiera per le persone ammalate e dispone, per le parrocchie cittadine “la sospensione della celebrazione pubblica dell’Eucaristia festiva e feriale e di tutte le iniziative comunitarie (celebrazioni liturgiche, compresa la processione e il rito del mercoledì delle ceneri, incontri di preghiera, conferenze) e la chiusura degli oratori e di altri luoghi di ritrovo di pertinenza religiosa».

A Modena e Carpi sono sospese le celebrazioni feriali fino a sabato: «In sostituzione della celebrazione del Mercoledì delle Ceneri, il 26 febbraio, i fedeli sono invitati a un momento di preghiera e meditazione personale e in famiglia, anche con l’ausilio delle celebrazioni trasmesse alla radio e alla televisione»

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS