HomeAttualitàLa cultura non la prenderà in quel posto

La cultura non la prenderà in quel posto

Per sostenere il mondo della cultura duramente penalizzato a seguito dell’emergenza da Coronavirus (COVID-19) e incentivare la crescita di un sistema culturale cittadino plurale e di qualità, il Comune di Reggio Emilia si è rivolto ai soggetti del Terzo settore che operano sul territorio reggiano con un invito a presentare progetti volti alla promozione dell’offerta culturale della città.

Cultura #RE20/21 recepisce la necessità di far fronte alle difficoltà del mondo della cultura a seguito dell’attuale pandemia e le esigenze e i suggerimenti emersi dai tavoli partecipati degli scorsi mesi, in cui centinaia di interlocutori hanno fatto il punto, insieme all’amministrazione, sulla scena culturale reggiana, sulle sue potenzialità e le sue criticità, in un processo collettivo di confronto rivolto al futuro.

Gli obiettivi del bando sono molteplici e rispondono alla promessa che la cultura ha fatto alla città da diversi mesi a questa parte: non restare al suo posto . Si richiedeva così alla platea di interlocutori di immaginare nuovi modi, spazi e temi per fare e fruire cultura, con attenzione alle riflessioni messe in campo negli scorsi mesi dall’emergenza sanitaria. Attenzione per le fragilità, per la sostenibilità dei progetti, espansione delle iniziative negli spazi aperti e nelle aree difficili e considerazione per la comunità dei giovani, delle bambine e dei bambini, di tutti i cittadini, senza distinzioni.

In tanti hanno risposto alla chiamata e si sono presentati. Sono ben 69 i progetti pervenuti, con 60 ammessi e 36 attività finanziate con importi che vanno dai 2mila ai 15 mila euro (importo massimo previsto). I progetti non ammessi non rispettavano i requisiti richiesti dal bando.

Cultura #RE20/21 aveva previsto risorse concrete e consistenti, già significativamente maggiori rispetto al 2019, per un totale di 160.000 euro di contributi da investire su progetti culturali da realizzare dal 1 ottobre 2020 al 31 dicembre 2021, ma vista la situazione di crisi del mondo della cultura a causa di Covid – 19 a fronte di una forte partecipazione degli enti di terzo settore, ha deciso di innalzare l’investimento a ben 205mila euro . Una scelta controcorrente che testimonia quanto importante in questo momento sia la cultura per il comune di Reggio Emilia in funzione dell’azione di governo della città, dell’apertura dell’innovazione sociale e della convivenza civile in un momento di particolare difficoltà. L’emergenza sanitaria ha prodotto una contemporaneità diversa, nuova, inaspettata, evidenziando i problemi, la vulnerabilità e la sostenibilità del sistema culturale. È pertanto fondamentale continuare a stimolare e sostenere la comunità culturale a progettare e realizzare nuove azioni sul territorio. La cultura ha il compito di intercettare il cambiamento e di trovare nuovi linguaggi e modalità di espressione e relazione con i cittadini, indicando la strada su cui ricostruire il presente e pensare al futuro.

Novità di quest’edizione del bando è anche la possibilità di richiedere, da parte dei vincitori dei contributi, un anticipo fino al 50% della somma concessa dal Comune.

“Il bando La cultura non starà al suo posto – dichiara l’assessora alla cultura Annalisa Rabitti – rappresenta un grande sforzo dell’amministrazione comunale, scaturito dalla convinzione che la cultura rappresenti un driver dell’azione di governo della città, motore per la ripartenza e vettore di democrazia. Così in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo e di difficoltà sociali, invece di disinvestire abbiamo investito molto di più degli altri anni perché la voce della cultura possa uscire forte e chiara nel 2021. Il comune è dei cittadini e il compito dell’amministrazione è di sostenere i progetti più interessanti della comunità e di far sentire che la città è di tutti e tutte. Proprio per questi motivi l’investimento maggiore in ambito culturale è stato sulle associazioni nella consapevolezza delle difficoltà in cui si trovano ad operare oggi”.

L’assessore Annalisa Rabitti

“I tanti progetti arrivati per partecipare al bando La cultura non starà al suo posto – prosegue l’assessora Rabitti – sono progetti molto interessanti. Le associazioni e gli enti del Terzo settore hanno capito in pieno il senso del bando, ed alcuni hanno inviato progetti inclusivi, alcuni su zone complesse della città, alcuni con modalità nuove di realizzazione, che tengono sempre conto di uno sguardo democratico della cultura. Per rispondere a una esigenza di sostegno espressa dal mondo della cultura piegato dal lockdown e dalla pandemia attuale che sta limitando le attività culturali e di spettacolo e per ché le proposte pervenute, quasi una settantina , abbiamo deciso di portare l’importo da 160 a 205mila euro per riuscire a premiare più progetti possibile . In questo modo speriamo che nel 2021 la città sia animata e che le associazioni culturali possano esprimere il loro potenziale, declinato nelle forme di questa cultura diffusa, democratica, aperta e inclusiva”.

L’obiettivo del bando è quello di promuovere progetti che invitino alla partecipazione e all’inclusione, producendo azioni culturali di qualità,rivolte a un pubblico diversificato a cui sia garantita l’accessibilità, proseguendo nel percorso della piena affermazione del diritto alla cultura per tutti: anziani, bambini, persone fragili, giovani, adulti, culture e lingue diverse, generi. La cultura porta con sé una profonda riflessione sui temi della relazione e dell’inclusione, diventando protagonista della rigenerazione umana ed urbana, recuperando legami e curando ferite in un momento particolarmente complesso.

In generale la comunità culturale reggiana ha presentato proposte nei settori delle arti performative, della musica, del cinema, del teatro, della danza e della storia artistica locale. Le attività che il Comune sosterrà con il bando Cultura #RE20/21 sono tante e vanno da festival, esposizioni, incontri, conferenze, spettacoli, (concerti, danza, arte circense, commedia dell’arte, teatro di figura) passando per attività multimediali, di approfondimento culturale e di formazione rivolte a tutti e tutte con particolare attenzione per le persone fragili.

Ecco l’elenco dei progetti selezionati da una commissione specifica:

1.

TEATRO DELL’ORSA-ARSAN-STORIE RITROVATE;
2.

DINAMICA-DINAMICO FESTIVAL 11°EDIZIONE;
3.

LIBERA UNIVERSITÀ CROSTOLO APS (LUC)-LA LUC PER UNA CULTURA DI QUALITA’ PER TUTTI E PER TUTTO L’ANNO;
4.

CINECLUB REGGIO-REGGIO FILM FESTIVAL 2020-2021;
5.

CINECLUB PEYOTE APS-ESTASIA CINEMA D’ORIENTE – EDIZIONE 2020 E EDIZIONE 2021;
6.

L’OVILE SOCIETA DI COOP SOCIALE-BOOM! PERCORSI DI ARTE E FRAGILITA PER UN INSTALLAZIONE IN POLVERIERA;
7.

APS AMICI DEL QUARTETTO GUIDO A. BORCIANI-MUSICA DA CAMERA CON VISTA FESTIVAL;
8.

ASSOCIAZIONE TEATRALE AUTORI VIVI-MINI TEATRO 56, PRIMA RASSEGNA
9.

ICARUS ENSEMBLE-LINGUAGGI;
10.

NUOVO TEATRO SAN PROSPERO ASSOCIAZIONE CULTURALE-SOCIALITA, COMUNITA, UGUAGLIANZE;
11.

ASSOCIAZIONE CULTURALE CINQUETI – A-“LA CITTÀ DEI RAGAZZI- UN ANNO DI TEATRO DA INVENTARE”;
12.

FONDAZIONE FAMIGLIA SARZI-STORIE DI UN QUARTIERE;
13.

XL A.S.D.A.P.S. – ART CONTAINER-SIRENE (DI ECHI INCANTARICI, RICHIAMI DI BELLEZZA, DISPERATI ALLARMI);
14.

ASSOCIAZIONE CULTURALE CINQUEMINUTI -APS-FOCUS 360°;
15.

SOC. COPOP SOCIALE CORESS-PERCORSI NARRANTI;
16.

ARCI-EXTRA MONDO- FESTIVAL SONORO DELLA LETTERATURA;
17.

CIRCOLO VIA ROMA 0-TUTTI DENTRO – LE STANZE DEL LOCKDOWN;
18.

APS FILARMONICA CITTÀ DEL TRICOLORE-SUONI DIFFUSI – UNA FILARMONICA PER LA SUA CITTA;
19.

A.C. MMCDC MM CONTEMPORARY DANCE COMPANY-NATURA AL CENTRO DANCE&NATURE FESTIVAL;
20.

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE PUNTO E A CAPO-FESTIVAL DEL LIBRO PER RAGAZZI PUNTO E A CAPO;
21.

ACCENTO COOPERATIVA SOCIALE-“DESIDERI, SOGNI, MEMORIE- TRACCE DI LUOGHI DEL POSSIBILE TRA DANZA E FOTOGRAFIA”;
22.

INIZIATIVA LAICA-GIORNATE DELLA LAICITA 2021;
23.

CENTRO TEATRALE MAMIMO -PLAY TIME FESTIVAL III ATTO;
24.

GENERAZIONI ARTICOLO 3-LIVE LIVE A LOCAL;
25.

PROGETTO CRESCERE SOCIETÀ COPERATIVA SOCIALE-“FAROFARO’- UN PERCORSO DI ARTE PARTECIPATA PER IL VILLAGGIO FOSCATO”;
26.

ELFO SOCIETA COOP COSIALE -SPAZI RITROVATI LA CULTURA DEL CIRCO COME CULTURA DELL’INCONTRO;
27.

ASSOCIAZIONE ARSCOMICA -UMANI E MASCHERE;
28.

CIRCOLO ARCI PICNIC APS-DIVINO PICNIC! ILLUSTRAZIONE E FUMETTO PER DANTE;
29.

APUN (APS) – PSICOLOGIA UMANISTICA E DELLE NARRAZIONI PSIC. ARTE S.UMANE-EVENTO INTERNAZIONALE SUL PENSIERO OSPITALE MENS-A 2020;
30.

ASSOCIAZIONE JAIMA SAHRAWI ODV-CAROVANE IN SOSTA – CHI SI FERMA È SPERDUTO;
31.

TERRALEYDI APS -1,2,3…MEDINA! – FESTIVAL INTERCULTURALE DEI GIOCHI DI STARDA;
32.

ASSOCIAZIONE PER IL MUSICISTA ALBERTO FRANCHETTI -“TRADUZIONE SITO “”ASSOCIAZIONE PER IL MUSICISTA ALBERTO FRANCHETTI””;
33.

ASSOCIAZIONE CULTURALE SGRINTELA – APS-5° MEMORIAL ANTONIO BONFRISCO – OTIUM;
34.

L’INDACO ATELIER DI RICERCA MUSICALE ED ESPRESSIVA ONLUS-CONTINUO;
35.

ASSOCIAZIONE CULTURALE POCKET-SUONI DAI BALCONI;
36.

COMPAGNIA CIRCOLABILE-DeFORMA CULTURAE

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.