Il settimo sigillo: Reggio si piazza nella top-seven delle province col maggior tasso di occupazione

La protesta climatica declinata in chiave reggiana

Reggio Emilia nel 2018 è salita dal 9° al 7° posto tra le province italiane per tasso di occupazione che si attesta al 68,4% (+1% rispetto al 2017), con quasi 11 punti percentuali in più rispetto alla media nazionale.

Il quadro emerge dagli ultimi dati pubblicati da Istat e analizzati da Unindustria.

Reggio Emilia inoltre vanta il tasso di disoccupazione più basso in Italia, dopo Bolzano.

A fine anno gli occupati nella nostra provincia hanno raggiunto le 240.787 unità, con un saldo positivo di 3.248 persone e una diminuzione degli inattivi e dei disoccupati (-1.607).

La disoccupazione è passata infatti dal 4,9% del 2017 al 4,2% del 2018, a fronte di un dato italiano del 10,6%.

L’aumento del numero di lavoratori ha riguardato sia la componente maschile (+837 unità), che quella femminile (+2.409 unità), quest’ultima è sensibilmente più alta della media italiana (61,2% contro il 49,5% del dato nazionale).

Al positivo risultato nell’industria (+4.774), si contrappone la flessione nei servizi (-1.849) e nell’agricoltura (-1.296).

 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Giammaria Manghi (@giammariamanghi) in data:

(Nella foto l’on.Andrea Rossi e l’ex Presidente della Provincia Giammaria Manghi cercano di contenere gli entusiasmi dopo la vittoria della Juve contro l’Atletico Madrid)

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS