HomeAttualitàIl Pontefice apre ai gay? Io difendo Papa Francesco, la calunnia in Vaticano è un venticello sferzante

Il Pontefice apre ai gay? Io difendo Papa Francesco, la calunnia in Vaticano è un venticello sferzante

Le polemiche contro Papa Francesco dall’interno della Chiesa non sono più una novità. Da quando lo stesso Papa ha deciso di tollerarle e persino sollecitarle è stato un crescendo. Del resto il cambiamento che ha impresso alla pastorale ecclesiale desta più di una perplessità nei quieti (?!) ambienti
curiali e parrocchiali: “sono venuto a portare il fuoco…” (Lc. 12,49).
A mio parere peró deve esserci autodisciplina anche nella critica, non si può scivolare nella calunnia come fanno alcuni giornali e siti della destra ecclesiale e persino alcuni vescovi. Ci sta la contestazione da chi non riesce a conciliare la Chiesa-cattedra con la Chiesa-ospedale da campo. È una tensione non di oggi, come sappiamo. Francesco ci prova tutti i giorni a conciliarle, a costo di muoversi sul filo del rischio dell’equivoco, senza peraltro mai smentire il Vangelo, cercando anzi di coglierne l’essenza profonda di verità, attraverso una lettura testuale e contestuale insieme, cioè completa. Verità e Amore, insomma.
G. Mahler disse una volta (cito a memoria); tradizione non è l’adorazione della cenere ma la ricerca, sotto la cenere, di un piccolo tizzone di fuoco da cui ricominciare.
Così si comporta Francesco.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.