HomeAttualitàZuckerberg e Merkel: il futuro e l’Europa passano dall’Emilia

Zuckerberg e Merkel: il futuro e l’Europa passano dall’Emilia

Oggi il fondatore di facebook Mark Zuckerberg, domani la cancelliera tedesca Angela Merkel. Il futuro delle nuove tecnologie e la guida politica dell’Europa questa settimana passano per l’Emilia-Romagna.
L’università di Modena e Reggio Emilia, unica in Italia, è infatti fra gli atenei europei che riceveranno uno dei 26 server Gpu (Graphics processing unit, unità di elaborazione visiva, ndr) donati da facebook ai progetti di ricerca sull’intelligenza artificiale. E’ una tipologia particolare di coprocessore che si contraddistingue per la specializzazione nel rendering di immagini grafiche.
L’investimento totale è di 1,1 milioni di euro e quindi il valore di ogni singola macchina è di circa 42mila euro. Ad annunciarlo è stato lo stesso fondatore e amministratore delegato di facebook Mark Zuckerberg in un post sul suo profilo sul social network, accompagnato da un’immagine in cui dona al premier Matteo Renzi un server Gpu di facebook uguale a quelli utilizzati nel programma di ricerca.
Oltre all’università di Modena e Reggio, sono stati donati 26 server Gpu ad altri 14 gruppi di ricerca di nove Paesi europei.

pokéZuckerberg è in Italia dalla scorsa settimana: ha partecipato al matrimonio del numero uno di Spotify Daniel Ek sul lago di Como, mangiato alla Francescana di Modena da Bottura, fatto jogging al Colosseo, incontrato il Papa in Vaticano e il premier Matteo Renzi a Palazzo Chigi. Poi ha incontrato gli studenti della Luiss di Roma. Inevitabile un riferimento al terremoto che il 24 agosto ha colpito l’Italia centrale uccidendo quasi trecento persone. A questo proposito, Zuckerberg ha donato 500mila euro alla Croce rossa.

DA FACEBOOK ALLA POLITICA
Domani invece è prevista la visita della cancelliera tedesca Angela Merkel in Italia. Una sorta di bilaterale con il presidente del Consiglio Matteo Renzi, che si terrà a Maranello. Una scelta, quella del paese in provincia di Modena dove ha sede la Ferrari, molto apprezzata dalla politica locale.
Sono grato a Matteo Renzi per avere scelto ancora una volta l’Emilia-Romagna per un bilaterale. Qui Angela Merkel troverà il cuore di quelle eccellenze che ci fanno conoscere nel mondo, merito di un comparto manifatturiero senza uguali”. Così il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, dopo la conferma che Maranello ospiterà il Bilaterale Italia-Germania. “La scelta di Renzi – ha aggiunto Bonaccini – è la dimostrazione di come abbia a cuore l’eccellenza del Paese. Già lo scorso anno il Bilaterale Italia-Francia col presidente Hollande si svolse a Modena. Fu scelta Modena perché la cena avvenne in uno dei ristoranti, La Francescana, con uno degli chef più conosciuti al mondo, Massimo Bottura. Quindi cibo, made in Italy, eccellenze enogastronomiche. Il 31 agosto è stata scelta la casa della Ferrari, il cuore della Motor Valley per uno dei distretti produttivi più importanti del Paese”. Nonché un’occasione per promuovere l’industria emiliana in Europa e nel mondo. Lo scorso anno l’Emilia-Romagna ha superato per la prima volta nella storia, grazie alle sue oltre 26mila imprese, i 55 miliardi di euro di esportazioni. E la meccanica, i motori, la meccatronica sono di gran lunga la prima voce di questo export.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.