HomeAttualitàIl Consiglio dei gourmet

Il Consiglio dei gourmet

E’ stata formalizzata la composizione della Commissione tecnica che si occuperà del marchio De.C.O. (Denominazione comunale d’origine) di Reggio Emilia, il cui Regolamento è stato recentemente approvato in Consiglio comunale. L’assessora al Commercio, Attività Produttive e Valorizzazione del centro storico Mariafrancesca Sidoli coordinerà il lavori della Commissione in qualità di presidente e sarà affiancata da altri quattro membri: si tratta di soggetti selezionati per la loro comprovata esperienza in ambito agroalimentare e commerciale.

La Commissione è stata individuata grazie alla sinergia con gli enti del territorio competenti per gli ambiti enogastronomico, agroalimentare, della ricerca e commerciale. L’individuazione dei vari membri è frutto delle considerazioni e delle segnalazioni fornite all’Amministrazione comunale dalle Associazioni di categoria agricole (Cia, Coldiretti, Confagricoltura) e commerciali (Cna, Confcommercio, Confesercenti, Lapam Confartigianato), dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia, dal Dipartimento di Scienze della vita dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e dal Centro ricerche produzioni animali (Crpa) di Reggio Emilia.

Della Commissione fanno parte, oltre alla assessora Sidoli:

Maria Teresa Pacchioli, agronoma e responsabile dell’Area tecnica Produzioni animali di Crpa e Crpa Lab; ricercatrice e divulgatrice nel settore agricolo/zootecnico e in quello dell’industria alimentare. Si occupa in particolare del settore suinicolo e da anni lavora sui prodotti alimentari artigianali;

Daniela Govi, presidente di Confesercenti per la zona di Reggio Emilia e titolare della Bottega alimentare Omar Fontanesi;

Giuliano Bagnoli, medico pediatra, socio emerito della Deputazione di Storia patria e presidente del Centro studi del Dialetto Reggiano, nonché autore o curatore di numerose pubblicazioni su gastronomia locale, storia, tradizioni e dialetto reggiani;

Andrea Pulvirenti, professore associato di Microbiologia presso il Dipartimento di Scienze della vita di Unimore e presidente del Corso di laurea magistrale in Controllo e sicurezza degli alimenti, specializzato nelle certificazioni in ambito alimentare.

Da oggi, chiunque potrà sottoporre all’Amministrazione uno specifico prodotto alimentare della tradizione reggiana, presentando il relativo Disciplinare.

Sul sito istituzionale del Comune di Reggio Emilia è possibile trovare la modulistica necessaria e uno schema che spiega nel dettaglio come preparare la documentazione da allegare a tali richieste.

La De.C.O. è una certificazione la cui funzione è quella di legare uno specifico prodotto al proprio Comune di appartenenza. D’ora in poi, grazie al lavoro della Commissione, sarà quindi possibile attribuire questo marchio ai prodotti tradizionali dell’enogastronomia reggiana, in modo da valorizzare e tutelare le grandi ricchezze locali; il suo compito sarà, infatti, quello di esaminare i prodotti che verranno segnalati dalla cittadinanza, valutando caso per caso se ogni specialità merita, in virtù della propria storicità e del legame col territorio reggiano, l’inserimento nel Registro De.C.O. del Comune di Reggio Emilia.

Nei casi in cui l’iter avrà esito positivo, la Commissione stilerà infine un Disciplinare di riferimento. Ogni impresa che produce lo specifico prodotto potrà richiedere di utilizzare il marchio, presentando un apposito disciplinare della propria produzione. Sarà sempre la Commissione stessa a esprimersi sull’aderenza di quest’ultimo al disciplinare di riferimento, conferendo o meno la possibilità di sfruttare il marchio.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.