I furbetti del Campovolo: nei guai 3 bagarini

bagarino-mb-938x535

Duecento tra bottiglie e lattine – contenenti bevande divario tipo tra cui birra, acqua, pepsi e tè – sono state sequestrate dalla Polizia municipale di Reggio Emilia a due venditori abusivi, nell’ambito dei controlli attivati per il concerto di Luciano Ligabue al Campovolo.
Durante i controlli sono stati individuati anche tre bagarini, che cercavano di piazzare cinque biglietti del concerto al prezzo di 70 euro ciascuno. La Polizia municipale ha sanzionato in tutto cinque persone.

Il bilancio della lotta al commercio abusivo da parte della Polizia municipale nelle giornate del concerto è dunque di cinque venditori “pizzicati” durante l’attività illegale e sanzionati per la violazione del Regolamento comunale di Polizia locale.

Ai due venditori irregolari di bibite, privi di qualsiasi autorizzazione al commercio, sono state sequestrate 103 bottiglie di birra in vetro, 11 lattine di Pepsi, 74 bottigliette d’acqua da mezzo litro e 12 bottiglie di tè anche queste da mezzo litro. Tutte le bevande erano conservate senza alcun rispetto delle norme igieniche, all’interno di grandi secchi di plastica e refrigerate con ghiaccio sfuso.
Il pattugliamento serrato e finalizzato sia alla repressione sul campo del commercio abusivo, sia alla tutela dalla salute dei consumatori, ha permesso di individuare inoltre tre bagarini intenti a rivendere cinque biglietti, uno anche riservato alla zona ‘Pit-A’ del concerto.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS