“Giuseppi resti!”. Endorsement a stelle e strisce, pure Trump twitta “forza Conte!”. Pd e 5Stelle gongolano

In piena trattativa M5S-Pd arriva a sorpresa una dichiarazione di un certo peso. A intervenire, in quello che appare come un vero e proprio endorsement, è il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. «Conte è uomo di grande talento, spero resti premier», scrive su Twitter Trump che commenta anche l’attuale situazione politica: «Si stanno mettendo bene le cose per il presidente del Consiglio italiano, molto rispettato, Giuseppe Conte».

Il presidente Usa ricorda anche gli incontri degli scorsi giorni in Francia: «Giuseppe Conte ha rappresentato l’Italia con forza al G7. Ama molto il suo Paese e lavora bene con gli Stati Uniti». Nel tweet anche un errore sul nome del presidente del Consiglio italiano che diventa «Giuseppi»: pochi minuti dopo però il testo è stato rimosso e sostituito con un successivo tweet con il nome corretto. In realtà già in passato Trump aveva commesso lo stesso errore, come ad esempio nel caso dell’incontro del 2018 alla Casa Bianca.

Intanto riparte il dialogo tra i 5Stelle e i Dem, mentre con il colloquio tra il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e i presidenti delle Camere, Elisabetta Alberti Casellati, e Roberto Fico, parte al Quirinale il secondo giro di consultazioni per la formazione di un nuovo governo dopo le dimissioni del premier, Giuseppe Conte. I mercati vedono l’accordo giallorosso per la formazione del nuovo governo: lo spread tra il Btp e il Bund scende a 182 punti base, segnando i minimi da un mese. Il tasso sul decennale del Tesoro scende all’1,13%, il livello più basso da settembre 2016.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS