Futuro e Libertà conquista il monte delle Tre Croci

Stefano Saccaggi e Marco Montipò

Futuro e Libertà conquista il monte delle Tre Croci e soffia al Pdl la festa. I maligni hanno sostenuto che il partito fondato da Gianfranco Fini sia morto appena nato, invece nel Comprensorio i giovani militanti di Fli hanno mostrato di esserci, dando prova di capacità di mobilitazione.

Quest’anno la Festa del Comprensorio, la tradizionale kermesse del centrodestra della zona cermaiche, è targata Futuro e libertà. Ad occuparsi dell’intera organizzazione sono stati i giovani del partito di Scandiano e Castellarano, il gruppo più attivo della provincia.

“Un grazie particolare – dice il responsabile di Generazione Italia della Zona ceramiche, Marco Montipò – va a Stefano Saccaggi, il patron della festa, che come l’anno scorso armato di santa pazienza ha trovato i fondi per finanziarla, infatti questa festa si regge solo sugli aiuti delle aziende locali, che con sponsor e pubblicità hanno reso possibile questo evento”.

“La festa – spiega l’organizzatore della festa Stefano Saccaggi – spazierà dai dibattiti politici al divertimento e allo sport. Ci sarà un’area per i giovani con musica e birreria, uno spazio per i più piccoli con gonfiabili e l’attesissima presenza degli asinelli che la domenica pomeriggio permettera’ ai piccolini di fare una galoppata sul crinale del monte. Sotto un tendone appositamente allestito gestiremo il ristorante con la presunzione di saziare tutti i palati ad un prezzo veramente simbolico. I ragazzi del soft air di Scandiano vi faranno provare l’ebrezza di poter cacciare i terroristi dal palazzo. Non mancherano poli gli spazi dedicati alle aziende locali che saranno presenti con i loro stand”.

Il programma completo della manifestazione è consultabile sul sito web www.comprensorioinfesta.com

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS