HomeAttualitàFlash Flop del motivatore Livio Sgarbi: Reggio ora lo sa

Flash Flop del motivatore Livio Sgarbi: Reggio ora lo sa

Flash Flop: Reggio ora lo saC’era un’attesa spasmodica; cartelloni ovunque, tram in città col logo in evidenza, un conto alla rovescia sull’omonimo sito che scandiva inesorabile i secondi mancanti all’evento. “Reggio non lo sa”, questo il nome del marchio, in realtà è semplicemente una trovata pubblicitaria per far conoscere una realtà, dicono dall’azienda, “ben radicata”, la Ekis del motivatore aziendale Livio Sgarbi.

Il primo atto pubblico di Ekis, alias “Reggio non lo sa”, non è stato propriamente un successone: una ventina di persone in piazza Prampolini a Reggio ad inscenare un balletto per pochi minuti tra gli sguardi poco incuriositi dei passanti. Ma, vista la loro capacità di marketing, Sgarbi e il suo staff sapranno rifarsi.

Nel frattempo le magliette ekisiane continuano ad imperversare ma il primo impatto dicevamo, non è stato all’insegna della curiosità diffusa; Sgarbi di recente sbarcato anche dalle nostre parti vuole insegnare alla comunità il gusto e la fierezza di un’appartenenza identitaria ma non ha fatto i conti con la proverbiale testa quadra del reggiano medio, ovvero la sua naturale e originaria concretezza. I proclami a mo’ di caccia al tesoro lasciano dalle nostre parti il tempo che trovano.

La Ekis di Sgarbi si occupa di coaching e formazione aziendale dal 2000; il suo promotore è apparso in molte trasmissioni televisive specie in qualità di guru del potere della mente come chiave del successo dopo aver guidato corsi di autostima per calciatori famosi. Chissà che non possa far qualcosa soprattutto per la Reggiana.

Ultimo commento

  • bestie, non capirete mai il potere della mente…