HomeAttualitàFateci leggere per pietà! Cittadini si riapre: tutte le biblioteche comunali reggiane danno il via il 18 maggio

Fateci leggere per pietà! Cittadini si riapre: tutte le biblioteche comunali reggiane danno il via il 18 maggio

Da lunedì 18 maggio 2020 inizia la fase 2 anche per le biblioteche comunali reggiane: riaprono al pubblico la biblioteca Panizzi e le biblioteche decentrate di Rosta Nuova, Ospizio, San Pellegrino e Santa Croce, a seguito di una riorganizzazione delle modalità di servizio e degli spazi al fine di garantire il distanziamento dei dipendenti e di questi con i cittadini.

In accordo con le linee guida regionali per il contenimento della diffusione del Coronavirus, per limitare al minimo i contatti fisici, è prevista, per ora, la riapertura del solo servizio di prestito (su prenotazione) e la restituzione del materiale.

Si potrà accedere alla biblioteca solo per ritirare il materiale prenotato e per la restituzione del materiale a prestito. In questa fase, pertanto, non è consentito l’accesso alle sale studio, la ricerca autonoma a scaffale e la lettura dei quotidiani. Anche la Sala Telematica della Biblioteca Panizzi resterà chiusa al pubblico.

Per accedere alle biblioteche, è previsto il rispetto di tutte le misure in vigore per contrastare la diffusione del Coronavirus: indossare la mascherina, lavarsi le mani con le soluzioni idroalcoliche all’ingresso della biblioteca e rispettare il distanziamento sociale di 1,5 metri.

In questa fase, le richieste di nuove iscrizioni alla biblioteca avverranno in via telematica. Per ulteriori informazioni, è possibile contattare la propria biblioteca di riferimento.

A partire dal 18 maggio sarà nuovamente attivo il servizio di reference online ‘Chiedi al Bibliotecario’, che offre risposte a quesiti semplici di natura bibliografica e indicazioni sulle strategie di ricerca, oltre ad informazioni sui servizi bibliotecari.

“Riaprire finalmente le biblioteche e ridare in mano alle persone un libro, un oggetto concreto – dice l’assessora alla Cultura Annalisa Rabitti – era una decisione fondamentale per riappropriarsi di quella cultura “fisica” che in questi due mesi ci è mancata e che rappresenta una dimensione fondamentale della fruizione culturale. Per questo, a costo di un lavoro incredibile fatto in questi giorni, ci siamo impegnati al massimo per riuscire ad arrivare al traguardo del 18 maggio, che rappresenta una prima ripartenza di una fondamentale istituzione culturale per la città. Un ringraziamento particolare va a tutto il personale delle biblioteche e al direttore Giordano Gasparini per il lavoro fatto e per aver permesso questa prima riapertura”.

COME FUNZIONERÀ IL PRESTITO BIBLIOTECARIO – Dal 18 maggio è possibile prenotare – tramite telefono o email – il prestito del materiale di proprio interesse, contattando la propria biblioteca di riferimento. Al momento della prenotazione è necessario:

verificare l’effettiva disponibilità del materiale nel catalogo on line;

comunicare nome e cognome, numero di telefono, numero di tessera

per ognuno dei pezzi richiesti, indicare autore e titolo, specificando se possibile anche editore e anno di edizione;

Il numero di pezzi che possono essere prenotati e la durata del prestito restano i medesimi di sempre. In questa fase sono esclusi dal prestito i materiali del Deposito esterno.

Il servizio di Prestito interbibliotecario resta attualmente sospeso.

Una volta effettuata la prenotazione, per telefono o email, è possibile ritirare il materiale direttamente in biblioteca dopo due giorni lavorativi, escluso il giorno della prenotazione. Non è prevista alcuna forma di comunicazione all’utente circa la possibilità del ritiro: l’utente viene avvisato infatti solo nel caso non sia possibile evadere la prenotazione.

Il materiale resta a disposizione dell’utente per il ritiro per ulteriori due giorni lavorativi, scaduti i quali viene ricollocato a scaffale. Per esempio, se si effettua la prenotazione nella giornata di sabato, il materiale potrà essere ritirato nelle giornate di mercoledì e giovedì successivi.

Per il ritiro del materiale è sufficiente recarsi in biblioteca con la propria tessera, o un documento di riconoscimento. È possibile ritirare prenotazioni fatte da altri utenti a condizione che si presenti o la tessera della biblioteca o un documento di riconoscimento dell’utente a nome del quale si ritira il materiale. Resta confermata la possibilità di rinnovo del prestito secondo le consuete modalità.

RESTITUZIONE DEL MATERIALE – Dal 18 maggio sarà inoltre possibile restituire il materiale a prestito, senza la necessità di prenotarsi, collocandolo in appositi contenitori posti all’interno delle biblioteche. Il materiale, una volta rientrato, in accordo con le linee guida regionali, viene sottoposto ad un periodo di isolamento di 10 giorni e viene scaricato dalla tessera dell’utente soltanto al termine del periodo di isolamento. Pertanto il materiale risulterà ancora in carico sulla tessera per alcuni giorni anche a consegna effettuata, senza che l’utente incorra in alcuna sospensione.

Si ricorda che il prestito di tutto il materiale presente sulla tessera al 18 maggio 2020 è stato automaticamente prorogato fino al 15 luglio 2020, pertanto non c’è necessità di affrettarsi a riconsegnarlo nei primi giorni di riapertura.

RIPRODUZIONE DEI DOCUMENTI – A partire dal prossimo lunedì, riprende anche il servizio di riproduzione di documenti della Sezione di Conservazione e Storia locale. In questo modo si dà la possibilità di visionare, attraverso la riproduzione in formato digitale, tutti quei documenti (fonti archivistiche, grafiche, fotografie, manoscritti, periodici) che non è possibile consultare direttamente, essendo attualmente chiusa la sala studio della Sezione di Conservazione. Secondo le consuete modalità è possibile contattare tramite email i referenti della Sezione di Conservazione e storia locale. Gli indirizzi mail dei referenti sono reperibili nella apposita sezione del sito internet della Biblioteca.

IL RESTYLING DELLA BIBLIOTECA PANIZZI – A partire dalla scorsa settimana sono ripresi anche i lavori del cantiere in biblioteca Panizzi. In particolare, da lunedì 11 maggio è iniziato il tinteggio di tutta l’area di ingresso/accoglienza al piano terra, che accoglierà i nuovi arredi. A partire dal 3 giugno, partiranno le operazioni di allestimento degli arredi nella nuova Loggia Ferraroni, che ospiterà la futura Sala di lettura giornali e riviste, per poi proseguire con la nuova Sala Giovani e Spazio Dvd, e infine al primo piano per la ridefinizione di tutti i percorsi della saggistica e la sostituzione quasi totale delle scaffalature.

In questa fase di restrizioni di accesso alla Biblioteca imposte dall’emergenza sanitaria, la ripresa del cantiere consentirà se non altro di sfruttare questo tempo di parziale chiusura per ultimare i lavori, riducendo eventuali ulteriori disagi agli utenti.

LA NUOVA PIATTAFORMA SEBINAYOU – A partire dal 18 maggio, sarà online ‘SebinaYou’, la nuova piattaforma che unifica catalogo bibliotecario, sito web e servizi per gli utenti in un solo ambiente digitale. Si tratta di uno strumento di agevole consultazione, con un’unica interfaccia semplice e intuitiva per la ricerca, l’accesso alle informazioni e la fruizione di tutte le tipologie di risorse, comprese quelle digitali. SebinaYou potrà essere utilizzata anche attraverso una app dedicata, sviluppata in ambiente iOS e Android. Il risultato è una biblioteca ricca di nuove proposte, coinvolgente: mobile, userfriendly, che consente a ciascun utente di predisporre uno spazio virtuale personalizzato e ricco di servizi su misura.

Questa importante evoluzione delle biblioteche è il frutto di un lungo lavoro di coordinamento: nonostante non sia ancora possibile frequentare le biblioteche nelle modalità di prima, questo importante passaggio fornirà nuovi strumenti e spazi digitali.

EMILIB, LA BIBLIOTECA DIGITALE – A seguito della chiusura delle biblioteche dalla metà di marzo, sono più di 1.100 gli utenti reggiani che hanno richiesto online le credenziali per accedere a Emilib, la biblioteca digitale di Bologna, Ferrara, Modena, Parma, Piacenza e Reggio Emilia che dà accesso a un’ampia offerta gratuita di ebook, audiolibri, quotidiani e riviste.

Le iscrizioni online proseguono: per informazioni più approfondite è possibile consultare il sito emilib.medialibrary.it.

POLO ARCHIVISTICO – Il Polo archivistico riapre al pubblico. Dopo l’interruzione per l’emergenza sanitaria il Polo Archivistico di via Dante riprende il servizio al pubblico da martedì 19 maggio, per il momento solo in orario mattutino, da martedì a sabato 8.30-13.

Le visite dovranno essere concordate su appuntamento:

Via email: polo.archivistico@comune.re.it

Telefono: 0522 456125

Nel corso della loro presenza in Archivio, gli utenti dovranno osservare le disposizioni di sicurezza e di distanziamento prevista dall’attuale normativa.

ORARI DI APERTURA DAL 18 MAGGIO E CONTATTI DELLE BIBLIOTECHE

Biblioteca Panizzi

da lunedì a sabato 10 – 18

tel. 0522 456084

email: prenotazionepanizzi@comune.re.it

Biblioteca Rosta Nuova

da lunedì a sabato 9 – 12.45

lunedì e giovedì 16 – 19

tel. 0522 585636

email:prenotazionerosta@comune.re.it

Biblioteca Ospizio

da lunedì a sabato 9 – 12.45

martedì e giovedì 16 – 19

tel. 0522 585639

email: prenotazioneospizio@comune.re.it

Biblioteca San Pellegrino

da lunedì a sabato 9 – 12.45

mercoledì e venerdì 16 – 19

tel. 0522 585616

email:prenotazionespellegrino@comune.re.it

Biblioteca Santa Croce

da lunedì a sabato 9 – 12.45

lunedì e mercoledì 16 – 19

tel. 0522 585600

email: prenotazionesantacroce@comune.re.it

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.