HomeAttualitàCittà equa e sostenibile: una settimana di incontri ai Chiostri per una Reggio più europea

Città equa e sostenibile: una settimana di incontri ai Chiostri per una Reggio più europea

Dal 22 al 30 giugno ai Chiostri di San Pietro laboratori, eventi culturali e incontri con esperti per approfondire gli obiettivi di sviluppo sostenibile di Reggio. Sono questi i contenuti di “Shaping fair cities” (modelliamo città eque), il progetto europeo di cui la Regione Emilia Romagna è capofila, ispirato agli orientamenti sulla sostenibilità economica, ambientale e sociale dettati dall’Agenda 2030, il documento programmatico per lo sviluppo sostenibile approvato dalle Nazioni Unite.

Il Comune di Reggio Emilia è partner del progetto e, in collaborazione con Fondazione E35 e il Laboratorio Aperto dei Chiostri di San Pietro, ha organizzato un programma di eventi conclusivi, aperti al pubblico, in calendario da martedì 22 a mercoledì 30 giugno, ai Chiostri di San Pietro (via Emilia San Pietro 44/c) negli spazi del Laboratorio Aperto.

L’Agenda 2030 definisce 17 obiettivi strategici per migliorare le condizioni di vita in tutto il mondo, promuovendo lo sviluppo sostenibile. L’Amministrazione comunale in questi anni ha sviluppato – tramite Shaping Fair Cities – documenti di programmazione in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 e questo percorso è stato selezionato per un progetto pilota, promosso dalla Commissione Europea, che coinvolge 19 città in tutta Europa.

Il primo incontro che ha anticipato la rassegna, è stato tenuto da Greta Nasi, docente del Dipartimento di Scienze e Politiche Sociali presso l’Università Bocconi, ed era rivolto agli amministratori locali, chiamati insieme alle istituzioni locali e ai cittadini nella definizione e nell’attuazione di piani d’azione e progetti specifici per il territorio, coerenti con le indicazioni Onu in tema di sviluppo sostenibile.

Il ciclo di incontri aperti al pubblico e gratuiti avrà inizio martedì 22 giugno, dalle 18 alle 19, con la presentazione del libro con l’autrice e giornalista Eliana Liotta “Il cibo che ci salverà”. Realizzato in collaborazione con Librerie Coop (e All’Arco), l’incontro sarà moderato da Paola Cavazzoni di Pause Atelier dei Sapori (prenotazioni: librerie.coop All’Arco tel. 0522.440065, Eventi.AllArco@librerie.coop.it ).

Mercoledì 23 dalle ore 17.30 alle 19.00 il Laboratorio Aperto dei Chiostri ospiterà “Biodivercity, diamo casa alla natura in città” un laboratorio gratuito dedicato ai bambini dai 5 agli 11 anni, accompagnati da un genitore. L’evento, curato da Ecosapiens, è a numero chiuso per massimo 20 posti (prenotazioni: segreteria@ecosapiens.it ).

Giovedì 24 sono previste due iniziative gratuite, realizzate in collaborazione con Avanzi-Sostenibilità per Azioni e a|cube: dalle 17 alle 18.45, si terrà il “1° World Café Sostenibilità e Innovazione”, un workshop per disegnare scenari e piani di azione per realizzare gli SDGs (obiettivi di sviluppo sostenibile) con il Laboratorio Aperto dei Chiostri di San Pietro. Sono disponibili 25 posti (per partecipare compilare il form online https://bit.ly/35xX8mf ).

A seguire, dalle 19 alle 20, si terrà “Il laboratorio aperto e gli obiettivi di sviluppo sostenibile”. Claudio Calvaresi di Avanzi Sostenibilità per Azioni, Mara Cossu del ministero dell’Ambiente, Paola Gazzolo della Regione Emilia Romagna, Nicoletta Levi del Comune di Reggio Emilia, Matteo Pellegrini di Legacoop Emilia Ovest e Giovanni Teneggi di Confcooperative Reggio Emilia si confronteranno sugli obiettivi di sviluppo sostenibile di Reggio Emilia e sul ruolo del Laboratorio Aperto dei Chiostri di San Pietro per le organizzazioni del territorio (prenotazioni: lab@chiostrisanpietro.it ).

Il calendario degli eventi della settimana successiva si aprirà martedì 29 giugno, dalle 9 alle 12.30, con un incontro a numero chiuso e a invito “Shaping your fair award” coordinato dal designer Francesco Bombardi, architetto, fondatore di FabLab Reggio Emilia, docente del corso di Industrial Design presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. Bombardi condurrà un laboratorio al quale parteciperanno tredici organizzazioni del territorio che stanno lavorando alla realizzazione di progetti coerenti con gli obiettivi di sostenibilità dell’Agenda 2030. I protagonisti creeranno un prototipo in stampa 3D del premio 2021, utilizzando tecniche di riciclo.

L’atelier “I sensi del gusto: rigenerare in cucina” curato da Food in Chiostri, realizzato in collaborazione con Pause Atelier dei Sapori (mercoledì 30 giugno dalle 19.15 alle 20.30) chiuderà questo ciclo di incontri previsti per la conclusione del progetto europeo “Shaping fair cities”. L’evento è gratuito e aperto al pubblico fino ad esaurimento posti (20 max). Prenotazioni a food@chiostrisanpietro.it.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.