C’è chi dice sì

Hop, hop hop somarello, trotta, trotta il mondo è bello: Luca Vecchi pare preferire Paolo Barabani a Vasco Rossi

Quest’anno il rocker di Zocca ha battuto un altro record: 6 concerti a San Siro, per la prima volta nella storia dei live e tutti, rigorosamente, sold-out. Il 02 giugno è stata la seconda data prevista al Meazza, “La scala del Rock”, per il Vasco Non Stop Live 2019. Vasco si esibisce insieme alla band su un palco gigantesco, lungo oltre 100 m, ricco di schermi e teatro di giochi di luce spettacolari ed effetti speciali incredibili.

L’artista racconta la sua visione attuale della realtà attraverso una scaletta composta da 30 canzoni e la sua voce è costantemente unita a quella di 60 mila fan di ogni generazione. Lo show si apre con Qui si fa la storia , subito seguito da vecchi successi come Mi si escludeva e Buoni o cattivi ; segue una breve pausa durante la quale il Blasco saluta il suo affezionato pubblico e introduce il recente singolo uscito lo scorso novembre, La verità .

Lo stadio esplode con il momento forse più adrenalinico, rappresentato dai brani Fegato spappolato, Asilo Republic, La fine del millennio , Gli Spari Sopra e C’è chi dice no.
Circa a metà concerto sale sul palco Claudio Golinelli, detto “il Gallo”, storico bassista al fianco di Vasco da circa 40 anni; la sua presenza era incerta, a causa di problemi di salute che non gli hanno permesso di suonare fin dall’inizio. Il pubblico lo accoglie con grande entusiasmo. E’ il momento di pezzi storici come Sally, Siamo solo noi, Senza parole, Rewind, Vivere e tanti altri.

Due novità di questo concerto sono state Se è vero no , una canzone eseguita una sola volta dal vivo nel 2003 e il brano Ti taglio la gola , uscito nel lontano 1985, completamente rivisitato.
Ci si accorge di essere ormai alla fine, quando sul palco compare Diego Spagnoli che, come di consueto, dopo avere presentato la band , saluta e ringrazia con un messaggio i fan “Vi abbiamo amato e vi ameremo sempre”. Dopo la storica “triade”, rappresentata da Vita spericolata, Canzone, Albachiara , si chiude in bellezza questo indescrivibile evento con i fuochi d’artificio.

Share This Post

GoogleRedditBloggerRSS