HomeAttualitàCavriago caput Lenin: smantellato il penultimo busto del sinistro figuro, quello finlandese, resiste solo l’immarcescibile copia della provincia reggiana

Cavriago caput Lenin: smantellato il penultimo busto del sinistro figuro, quello finlandese, resiste solo l’immarcescibile copia della provincia reggiana

Operai imbragano il busto di Lenin nella città finlandese di Kotka

Goodbye, Lenin! L’ultimo busto di Lenin esposto in una piazza in Finlandia ha preso la mesta via del sottoscala. La statua, più volte vandalizzata nel corso degli anni, è da ieri sepolta nei sotterranei del museo di Kotka. Era stata donata alla fine degli anni ‘70 dalla città di Tallin alla cittadina finlandese, che si trova nel sud-est del Paese, non lontana dal confine russo, ed era stata realizzata dallo scultore estone Matti Varik su diretta disposizione di Mosca.

Alla deposizione di ieri hanno partecipato numerosi cittadini con tanto di spumante e champagne, ma non sono mancati i vecchietti che sventolavano la bandiera dell’URSS. L’Unione Sovietica invase la Finlandia nel 1939, e nel 1940 il trattato che pose fine alla sanguinosa “Guerra di Inverno” tra i due Paesi, che di fatto coincise con una sconfitta dei Sovietici, assicurò a Stalin il controllo di gran parte della Carelia, pari a circa il 10% del territorio finlandese.

Soldati ukraini mandano un simpatico messaggio al noto giornalista che aveva parlato della “controffensiva fake degli Ucraini”. Questa foto è fake al 100%, la controffensiva ucraina non lo è affatto

Lenin è legato alla Finlandia perchè trascorse parte del suo lungo esilio all’estero prima della Rivoluzione del 1917 anche in varie città finniche, inclusa Kotka. A Tampere, città dove per la prima volta si incontrarono Lenin e Stalin nel 1905, resiste un Museo dedicato a Lenin, ma anche quello potrebbe avere i giorni contati. Da notare che negli anni ‘70 era parte del piano di propaganda sovietico donare busti di Lenin alle città amiche.

Non a caso la statua di bronzo finnica ha solo qualche anno in più del busto che troneggia ancora oggi in piazza a Cavriago e che fu inaugurato agli inizi degli anni ’70 alla presenza dell’ambasciatore sovietico Nikita Rykov in persona. Il busto cavriaghese di Lenin continua a svettare austero nella piazza di una provincia, Reggio Emilia, che per anni i militanti comunisti nostrani hanno definito, per scherzo ma non troppo, “l’ultima provincia dell’Impero Sovietico”: ogni anno è meta di curiosi e nostalgici. Per ora non sembra correre rischi, almeno, sussurrano i maligni, fino a quando non arriverà a tiro dell’artiglieria ucraina…

La Finlandia, guidata dalla premier socialdemocratica Sanna Marin, a seguito dell’invasione russa dell’Ucraina ha posto fine a 85 anni di neutralità e ha fatto richiesta di adesione alla NATO.

Nessun commento

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.